A Piano di Sorrento la “Battaglia degli Iaccarino”

Stampa
Gianni Iaccarino

Gianni Iaccarino

PIANO DI SORRENTO – Il cognome Iaccarino abbonda nella nella politica pianese e si tratta sempre di protagonisti che occupano la scena meritandosi attenzione e, ovviamente, critiche. Gli Iaccarino di turno sono Anna, l’avvocato e consigliere indipendente che fa le pulci all’Amministraione comunale quasi sempre inchiodandola alle proprie responsabilità.

Anna Iaccarino

Anna Iaccarino

L’avversario è Gianni, suo candidato sindaco alle elezioni del 2012, ormai ognuno per la propria strada. Lo spunto per la nuova polemica a distanza, anche se presa molto alla larga, l’ha offerta l’analisi impietosa che Anna Iaccarino ha fatto del costituendo Centro Commerciale a Piano di Sorrento che proprio stasera si riunisce per eleggere gli organismi dirigenti. Un’operazione, da quanto emerge dall’intervento della Consigliera, dove i commercianti e gli altri operatori hanno tutto da perdere…atti e statuti alla mano. Per la Iaccarino si tratta soltanto della nasciata di un nuovo carrozzone politico e, stando alle indiscrezioni, tutto è messo nero su bianco. Il costituendo consorzio ha visto però tra i suoi sostenitori anche l’altro Iaccarino, Gianni, leader di un gruppo di opposizione che si è diviso dopo meno di un anno dalle elezioni proprio per i diversi punti di vista e obiettivi dei suoi consiglieri. Gianni ha accusato il colpo (anche perchè la moglie è stata designata quale componente del direttivo del Consorzio) ed ha affidato a Facebook un commento evidentemente indirizzato alla collega Anna: “Anziché plaudire all’idea che più di cento operatori tra commercianti , albergatori, artigiani, tentino di fare “sistema”in un periodo di grave crisi, per il rilancio del tessuto economico, nel suo insieme, della città, gli “sfascisti e piliatori di mestiere”sono già all’opera…. Meditate gente meditate!” Da un esponente politico, navigato e autorevole, qual è Gianni Iaccarino ci si aspetta in verità molto di più che uno sprezzante attacco politico. Ci si aspetta un argomentato ragionamento in grado di smentire l’analisi tecnica di Anna Iaccarino nell’interesse della categoria. La nuova politica, quella che si invoca (e il malessere che si respira a Piano di Sorrento ne è la prova) è quella dei contenuti, del sapere affrontare i problemi e dar loro risposte adeguate, concrete, legittime. Le polemiche lasciano il tempo che trovano! Misuriamo invece il grado di affidabilità e di competenza di politici e amministratori su come sanno porsi di fronte ai problemi: non demagogicamente, ma sulle base delle risposte che sono in grado di dare, con atti e con scelte chiare e di pubblica utilità!