Sant’Agnello, Lucia Gargiulo: “il mio PD si occuperà di lavoro e pari opportunità”

Stampa
Lucia Gargiulo

Lucia Gargiulo

SANT’AGNELLO – “Purtroppo il dibattito politico, a tutti i livelli, non tiene in considerazione quella che per i cittadini è assolutamente l’emergenza numero uno: il lavoro“. Così Lucia Gargiulo, segretario cittadino del Partito Democratico e consulente del lavoro, richiama la politica a occuparsi dei problemi della gente, di quella quotidianità che, dal suo osservatorio privilegiato, che viene trascurata lasciando aggravare un’emergenza sociale già oltre i limiti fisiologici. “Credo che prima di tutto ci sia il lavoro che, anche in una realtà come quella della Penisola Sorrentina che si fonda sull’economia turistica e commerciale, acquista sempre di più il carattere di una vera e propria emergenza sociale, civile“. Gargiulo entra nel merito della questione. “Ogni giorno passano sulle nostre scrivanie avvisi di mancati pagamenti contributivi da parte di datori di lavoro che non ce la fanno più a sostenere questi aumenti…Andrebbe abbassata la pressione fiscale e contributiva come prima misura per diminuire la disoccupazione…..Invece che succede? AUMENTA IL TICKET DI LICENZIAMENTO

Dal primo gennaio 2014 è aumentato il contributo Inps di licenziamento, il ticket, in caso di interruzione del rapporto di lavoro voluta esclusivamente dall’azienda. Il contributo, per la rivalutazione del massimale Aspi dell’1,2% passa così da 483,80 euro a 489,61 euro per ogni anno di anzianità aziendale per cui il massimale previsto per 3 anni di anzianità sale a 1466,83 euro. Ci rendiamo conto delle conseguenze che ne derivano? E’ sempre più difficile che un datore di lavoro assuma a tempo indeterminato, mentre si darà sempre più spazio ai contratti a tempo determinato che però non danno garanzie per il futuro. Cioè proprio quello che la gente chiede per cominciare ad avere fiducia nel futuro: più garanzie e certezza del lavoro da cui dipendono tutti gli altri equilibri individuali, familiari, collettivi. Questo è solo un esempio…ne potrei fare tanti altri…Io credo in una politica che si confronti e si scontri pure, ma su temi come questi, su problemi concreti e quotidiani delle famiglie, dei cittadini, dei giovani, delle donne, degli anziani, dei lavoratori over 50 che escono dal mondo del lavoro e non riescono più a rientrarci, della drastica riduzione delle tutele e di un welfare che non risponde più ai bisogni reali di chi vive il vero disagio.

IL MIO PD IN PRIMA FILA SUI TEMI DEL LAVORO E DELLE PARI OPPORTUNITA’

Nonostante viviamo in una terra dove gli effetti della crisi sono forse meno evidenti, non possiamo disinteressarci di questi temi e soprattutto dobbiamo impegnare la politica e gli enti locali ad attuare iniziative che conseguano risultati positivi anche su questo settore. Mi auguro che il nostro Partito a livello di Penisola sifaccia carico di rappresentare questo problema e questo disagio per promuovere iniziative concrete che ci potrebbero aiutare a rendere meno incerto il futuro di tanta gente e dei giovani che vogliono restare ancora qui, ma per farlo devono avere chance di lavoro! Basta con i soliti ragionamenti, con le solite spese di risorse pubbliche che sono infruttuose sul piano delle implicazioni occupazionali. Abbiamo il dovere di richiamare la politica e le amministrazioni locali a fare la propria parte e per riuscirci dobbiamo uscire fuori da schemi e logiche superate per costruire il nuovo su solide basi”. A febbraio il PD di Sant’Agnello promuvoerà un incontro pubblico sul tema del lavoro e delle pari opportunità: “…il mio PD deve essere protagonista del nostro tempo e sintonizzarsi col paese reale. Così possiamo diventare classe di governo e rinnovare la nostra società“, conclude Lucia Gargiulo.