Sorrento: la “convenzione” non rispettata per la struttura Ulysse, interrogazione di Schisano

Stampa
Alessandro Schisano

Alessandro Schisano

SORRENTO – Una scoperta quasi casuale quella di Alessandro Schisano, consigliere PD a Sorrento, mentre esaminava altri documenti. La curiosità, la ricerca con la verifica dei dati, infine la decisione di “interrogare” il Sindaco su una vicenda “antica” che, se dovesse rispondere a realtà, metterebbe di fronte l’Amministrazione alla responsabilità di assumere decisioni urgenti per tutelare l’interesse dell’Ente su una convenzione che avrebbe dovuto riservare agevolazioni ai Sorrentini, ma che, a quanto pare, non è mai stata attuata. Nel mirino di Schisano finisce la struttura Ulysse di Via del Mare, il complesso turistico-sportivo su cui si accendono i riflettori della politica e che sarà oggetto di discussione nella prossima seduta del consiglio comunale.

INTERROGAZIONE SCHISANO
Egr. Sindaco,

VISTA la Deliberazione di Giunta Municipale n. 68 del 10 Maggio 2007 con la quale furono approvati lo schema di convenzione da stipularsi tra il Comune di Sorrento e la Finaimmobiliare s.r.l. per la regolamentazione della gestione del parcheggio in copertura e dell’eliambulanza, lo schema di convenzione tra il Comune di Sorrento e la Finaimmobiliare s.r.l. per la regolamentazione della gestione dell’ostello della gioventù e lo schema di convenzione tra il Comune di Sorrento e la Ulisse Enterprise s.r.l. per la regolamentazione della gestione della struttura per lo sport, tutte strutture ubicate nell’immobile alla via del Mare n. 22 in Sorrento;

CONSIDERATO che con la deliberazione suddetta si dava mandato al Dirigente del I° Dipartimento di sottoscrivere le tre convenzioni;

CONSIDERATO che nella premessa della suddetta deliberazione si indicava che “visto il permesso di costruire n. 25 del 21.3.2005 […] è stata autorizzata relativamente all’immobile di via del Mare n. 22 ad interventi di sistemazione definitiva del livello copertura a parcheggio di autoveicoli ed eliambulanza e ad individuare la destinazione d’uso del fabbricato ad ostello della gioventù, parcheggio e piscina […]”;

VISTO che sempre nella premessa della suddetta deliberazione si indicava che “rilevato che nel predetto permesso di costruire è stabilito che, prima del rilascio del certificato di agibilità, vanno sottoscritti sia atto d’obbligo di mantenimento delle destinazioni d’uso, da trascriversi presso la Conservatoria RR.II., nonché convenzione ai sensi e per gli effetti dell’art. 22 – standard urbanistici – delle norme di attuazione del vigente Piano Regolatore Generale” dando atto in particolare che “il predetto art. 22, al comma 2°, stabilisce che “Le aree di parcheggio, di verde attrezzato o per il gioco e lo sport nonché le attrezzature di interesse comune possono essere realizzate e/o gestite tanto dal Comune quanto da altri soggetti pubblici e/o privati; in tale secondo caso un’apposita convenzione con l’Amministrazione Comunale stabilisce, oltre all’uso pubblico e a quant’altro necessario, le tariffe da praticare per i parcheggi e gli impianti sportivi”;

CONSIDERATO che le tre convenzioni sopra citate contengono tutte all’art. 2 la seguente indicazione “La presente convenzione è a tempo indeterminato. Essa cesserà solo per espressa determinazione dell’Amministrazione Comunale o per effetto di diversa previsione del Piano Urbanistico Comunale”;

CONSIDERATO che successivamente alla deliberazione suddetta le tre convenzioni sono state sottoscritte;

CONSIDERATO che le convenzioni suddette contenevano sia alcune indicazioni di carattere tariffario che agevolazioni/riduzioni per i cittadini residenti del Comune di Sorrento;

CONSIDERATO che per quanto verificato dallo scrivente il P.U.C. (Piano Urbanistico Comunale) del Comune di Sorrento – approvato con decreto del Presidente della Provincia di Napoli n. 502 del 18/07/2011 – sembrerebbe non individuare più l’area dell’immobile di via del Mare n. 22 come “standard urbanistici” del piano stesso;

tutto ciò premesso il sottoscritto Alessandro Schisano in qualità di Consigliere Comunale del gruppo del Partito Democratico

CHIEDE

    di conoscere se tale situazione è di Sua conoscenza e se, alla luce di quanto sopra specificato, le convenzioni citate in premessa siano da ritenersi allo stato decadute;

    di conoscere le motivazioni per le quali l’area della struttura di via del Mare n. 22 non è stata individuata come “standard urbanistici” nel P.U.C. del Comune di Sorrento.