Massimo Coppola a Moretti: “…Tu a quale anima del defunto PdL appartieni?”

Stampa
Avv. Massimo Coppola

Avv. Massimo Coppola

SORRENTO – Botta e risposta tra gli ex colleghi di gruppo PDL dopo la costituzione del gruppo NCD da parte dell’avv. Massimo Coppola e Giuseppe Vittoria. Il consigliere e avvocato Emilio Moretti nel commentare la novità politica ha rilasciato una dichiarazione a Positanonews:  “Si è trattato di una scelta improvvida…” a conferma del disappunto col quale Moretti ha appreso la notizia che poi è stata ufficializzata con la conferenza stampa di lunedì 16 dicembre.

Emilio Moretti

Emilio Moretti

Le dichiarazioni di Moretti hanno però immediatamente indotto Coppola a controreplicare: “Mi stupisce che l’avv. Moretti definisca improvvida la nostra scelta di aderire al Nuovo Centro Destra dopo la fine del PdL. Per noi si tratta di un fatto assolutamente naturale, quella cioè di aver operato una scelta che anche gli altri consiglieri ex PdL dovrebbero chiarire se oggi appartengono a Fi o al Ncd, innanzitutto per una questione di chiarezza nei confronti del proprio elettorale.

Più che definire “improvvida” la nostra scelta definirei “di comodo” l’atteggiamento di chi non decide. Perfettamente d’accordo con Moretti invece per quanto riguarda gli equilibri politici. Sono quelli elettorali. Ma gli ricordo che il più votato sono io. Non é assolutamente vero, invece, che nessuno sapeva della nostra presa di posizione perchè la scelta fu oggetto di discussione con l’ex coordinatore Stinga che ne discusse sia con il sottoscritto sia con Paolo Pane. Ma non mi stupisce che Moretti non lo sappia. Nel PdL  non c’é mai stata grande comunicazione. In quasi 4 anni hanno convocato circa 5 riunioni di gruppo e circa zero di direttivo. Anche per questo siamo su posizioni diverse: noi siamo per una política maggiormente partecipata e più vicina alla gente. Per valutare la nostra attività da consiglieri basterebbe parlare dei numerosi progetti realizzati. Per altri basterebbe rendere pubbliche le percentuali di presenze ai consigli comunali. Per il momento mi fermo qui, in ossequio alla correttezza che dovrebbe ispirare il rapporto tra alleati di coalizione, ma spero di non essere mai piú sollecitato in tal senso. Ricordo inoltre all’amico Moretti che i due partiti generati dalla fine del Pdl sono ambedue nuovi soggetti politici ed hanno pari dignità. Detto questo rimaniamo in attesa che ci faccia sapere a quale delle 2 anime del defunto pdl appartiene.