Piano di Sorrento, sabato mattina si presenta “Tiempe belle dalle mie mani”

Stampa
Carlo Pepe

Carlo Pepe

PIANO DI SORRENTO – Anticipata a sabato 21 dicembre alle ore 11.00 presso la Sala consiliare del Comune di Piano di Sorrento la presentazione del volume “Tiempe belle dalle mie mani”, durante la quale interverranno gli autori dei testi moderati dal Direttore del Centro di produzione Rai di Napoli, Francesco Pinto. Il libro ripercorre l’arte, la maestria e l’artigianato di Giuseppe Ercolano proponendo il catalogo integrale delle opere messe in mostra a Villa Fondi dall’1 agosto al 25 agosto 2013 con il titolo “Tiempe belle ‘e ‘na vota” e all’interno del Palazzo municipale dal 15 dicembre al 12 gennaio con il titolo “Tiempe ‘e Natale”.

Luigi Iaccarino

Luigi Iaccarino

«Chi è maggiormente disposto verso questo tipo d’arte, ma soprattutto verso quelle che sono le usanze della nostra storia – scrivono il  Dott. Carlo Pepe e il Dott. Luigi Iaccarino, curatori delle mostre e del libro (Con-fine Edizioni) – riesce a intravedere nei tanti particolari e nella stessa plasticità della scena un’occasione unica per fantasticare, per raccontare, per rivivere, per raddolcirsi, per emozionarsi ancora nella scoperta della nostra storia, una storia fatta di semplici Natali, di processioni di incappucciati, di poveri giochi tramandati da padre in figlio, di sapori genuini e di profumi irripetibili… e ritornare così con un animo bambino».

Giovanni Ruggiero

Giovanni Ruggiero

Lo stesso Francesco Pinto illustra l’obiettivo dell’iniziativa editoriale patrocinata con entusiasmo dal Comune di Piano di Sorrento: «Nel libro c’è “semplicemente” questo: la difesa ostinata, caparbia e testarda della identità di un territorio, del suo modo di vivere, delle sue feste, dei suoi oggetti, canzoni, riti, strumenti di lavoro, di quello che si definisce cultura “materiale” di una comunità. Non c’è niente di nostalgico o di folkloristico in un’operazione di questo genere. C’è, al contrario, il racconto di quello che stiamo abbandonando per strada in nome di una presunta modernità che tratta il passato come una sorta di impaccio rispetto all’istante digitale in cui vogliamo vivere». Il Sindaco di Piano di Sorrento Giovanni Ruggiero, infine, così introduce il lettore all’interno della pubblicazione: «L’arte di Giuseppe Ercolano è un “narrare” il tempo attraverso il tempo. Non è un racconto di parole ma scolpito nel legno e impastato con la terra, reso vivo da colori che accentuano i particolari, accompagnato da scene che rivelano squarci di bellezza. Un grazie di cuore all’autore-artista, perché le sue mani raccontano genialità e passione, creatività e fantasia, arte e memoria». (comunicato stampa)