Meta, nel PD non si è discusso del Porto

Stampa

di Nicola Mollica*

Nicola Mollica

Nicola Mollica

Egregio Direttore,
Le scrivo, approfittando della sua cortesia e del suo sito, che permette un’informazione veloce e precisa, al riguardo dell’articolo pubblicato sul giornale Agorà di sabato u.s. Le notizie in esso riportate sono prive di fondamento, in quanto nella Sezione del partito, unica sede di discussione democratica, al momento non si è neanche accennato al problema del porto, sia perché siamo impegnati per le Primarie dell’otto Dicembre, sia perché di tale problema di cui se ne è ampiamente discusso in precedenza, penso che vada in ogni caso inserito in una idea complessiva del paese.

E’ ovvio che nel mio programma di rilancio del partito sul territorio sono previsti incontri sia con associazioni di categorie che con associazioni di cittadini  e discussioni pubbliche su argomenti di primario  interesse. Questo per cercare proprio di sopperire alla mancanza di un progetto complessivo del paese che, a mio parere, sin ora è mancato. Tale mancanza di progettualità ha fatto si che anche le opere sin ora realizzate risultino poco utili, perché slegate tra loro ed a volte esse  hanno addirittura danneggiato lo  sviluppo stesso del paese. Se riusciremo nell ‘intento di individuare un progetto complessivo che sia quanto più possibile condiviso da tutti i cittadini e quindi portato avanti anche da diverse compagini amministrative che si succederanno negli anni a venire  ,avremo centrato il nostro principale obiettivo.
Nel ringraziarLa per la pubblicazione di questa doverosa rettifica Le auguro buon lavoro

* Segretario Politico PD Meta