A Sorrento il Presidente De Luca inaugura il nuovo reparto di ortopedia

Stampa
Vincenzo De Luca

Vincenzo De Luca

SORRENTO – Questa mattina il Presidente della Giunta Regionale della Campania, l’On. Vincenzo De Luca, è intervenuto alla cerimonia inaugurale del nuovo reparto di Ortopedia dell’Ospedale Civile di Sorrento diretto dal dott. Raffaele D’Ambra, oggetto di un considerevole intervento di ristrutturazione che ne hanno fatto un reparto d’eccellenza della sanità territoriale e campana più in generale. Insieme al neo direttore generale dell’Asl Na3 Sud Gennaro Sosto e al direttore sanitario Luigi Esposito il Presidente De Luca ha sinteticamente ripercorso i momenti più significativi dell’uscita dalla situazione di crisi della sanità campana con una performance che ha reso possibile il disimpegno da parte del governo nazionale di 1 miliardo e 80 milioni di euro che saranno impegnati nella realizzazione dei nuove strutture e il risanamento di quelle esistenti e che non rientrano nel novere di quelle soppresse o da sopprimere.

de-luca-e-sindaci-p-sIn entrambi i casi l’area della Penisola Sorrentina è destinataria di cospicue risorse finanziarie per la realizzazione dell’Ospedale Unico della Penisola Sorrentina, a Sant’Agnello, e per il restyling degli Ospedali di Sorrento e Vico Equense per garantire un livello accettabile di assistenza e uscire dalla situazione di emergenza che ha messo a dura prova sanitari, parasanitari e soprattutto l’utenza. Dal canto suo il direttore Sosto ha confermato che sono in fase di completamento le assunzioni di nuovo personale, medico e paramedico, per coprire i vuoti di organici, nonostante permangano difficoltà a reperire sanitari disponibili a lavorare in Costiera. Insomma ai problemi tecnico-organizzativi del sistema sanità della Penisola Sorrentina si aggiungono quelli (comuni anche al resto d’Italia) della carenza di personale che significa anche indisponibilità a partecipare ai concorsi, a restare sulle sedi assegnate! Una sfida nella sfida che De Luca e Sosto intendono vincere con l’impegno a giungere a gara entro il 2020 per la realizzazione del nuovo ospedale. I soldi ci sono, oltre 60 mln di euro, quello che occorre è sveltire l’iter burocratico, assolvere  tutti gli adempimenti e indire la gara d’appalto, dopodichè effettivamente il sogno del nuovo ospedale può diventare realtà.