Sorrento, il Consiglio Comunale “concede” altri 10 giorni a Fiorentino

Stampa
Marco Fiorentino

Marco Fiorentino

SORRENTO – Il Consiglio Comunale ha discusso l’incompatibilità del consigliere Marco Fiorentino sollevata nella seduta del 20 Novembre e non ha accolto le osservazioni da questi presentate al Consiglio il 30 novembre scorso per motivare le ragioni della non incompatibilità come previsto dalla legge. Il Presidente Emiliostefano Marzuillo e il Sindaco Giuseppe Cuomo hanno evidenziato che non essendo stata sanata la contestazione (cioè il pagamento del debito) da parte di Fiorentino il Consiglio ha accolto i pareri già espressi dalla Segretaria Generale su conforme espressione del Ministero dell’Interno all’uopo interpellato e ulteriormente da essa ribaditi per cui è stata votata l’incompatibilità che dovrà essere notificata a Fiorentino assente all’odierna seduta.

Il Consigliere, ha spiegato il Sindaco, disporrà di altri 10 giorni per decidere se rimuovere la causa di incompatibilità. A questo punto il Consiglio dovrà tornare a riunirsi per proclamare la formale decadenza di Fiorentino e la surroga in consiglio. Il Sindaco Cuomo ha chiarito che per quanto concerne la futura convocazione del consiglio la legge non prevede scadenze per cui si tratta di una “decisione politica” che dovrà essere assunta dalla maggioranza. Inoltre ha comunicato che, a seguito di una verifica espletata presso la Corte d’Appello di Napoli, dove si dovrà svolgere la causa d’appello, risulta che l’udienza per il procedimento di Fiorentino è stata già fissata per il prossimo 8 gennaio 2019. Quindi a brevissima scadenza! Assente l’esponente del PD la consigliere Rosa Persico, hanno preso parte alla votazione, oltre alla maggioranza, solo i due consiglieri di opposizione Antonino Fiorentino e Salvatore Di Leva che hanno invece espresso voto favorevole all’accoglienza delle osservazioni presentate dal loro capogruppo.