Nello Di Nardo: dall’Italia dei Valori a Forza Italia passando per Polo delle Libertà, Udeur e Rivoluzione Civile…

Stampa
Sen. Nello Di Nardo (IdV)

Nello Di Nardo

NAPOLI – E’ ufficiale: l’ex senatore dipietrista Nello Di Nardo (classe 1956) aderisce a Forza Italia che l’accoglie a braccia aperte con una conferenza stampa di presentazione in programma domani alle ore 11.30 nella sede del Partito a Napoli in Piazza Bovio. Un percorso che ha subito un’accelerazione negli ultimi due mesi quando Di Nardo all’improvviso si è prima dimesso dalla carica di consigliere del Presidente della Regione De Luca per la Protezione Civile e successivamente dalla guida dell’Italia dei Valori della Campania assunta nel 2013 con l’intento di rinsaldare i rapporti col PD.

L’odonoiatra stabiese che vive in Penisola Sorrentina ha collezionato una serie di esperienze parlamentari a partire dal lontano 1996 quando fu eletto deputato nel collegio uninominale di Gragnano con il Polo per le Libertà coalizione di centro destra (all’epoca fu componente delle Commissioni Agricoltura, Affari Sociali e Difesa e della Commissione d’inchiesta sulle responsabilità della tragedia del Cermis). A seguire, dal 1999 al 2000, è stato Sottosegretario di Stato alle Politiche Agricole e Forestali, durante il II Governo D’Alema. Dall’aprile 2000 al giugno 2001 è stato Sottosegretario di Stato per l’Interno durante il Governo Amato. E’ stato responsabile regionale della Scuola di Protezione Civile della Campania. Alle elezioni politiche del 2001 è candidato per l’Udeur al Senato della Repubblica nel collegio uninominale n° 11 (Castellammare di Stabia) sostenuto dal centro-sinistra de L’Ulivo venendo sconfitto da Luigi Bobbio della Casa delle Libertà e non venendo dunque eletto. Alle Elezioni Politiche del 2008 è nuovamente candidato al Senato della Repubblica come capolista dell’Italia dei Valori in regione Campania, venendo eletto senatore della XVI Legislatura. Alle Politiche del 2013 è ricandidato al Senato della Repubblica nelle liste di Rivoluzione Civile di Antonio Ingroia (in Quota IdV) come capolista nelle regioni Liguria, Puglia, Basilicata ed in terza posizione nel Lazio, tuttavia non viene rieletto. (Red PinP)