Vico Equense, su Forza Italia è scontro tra Flora Beneduce e Fulvio Martusciello

Stampa
Fulvio Martusciello

Fulvio Martusciello

Flora-BeneduceVICO EQUENSE – Continua il clima velenoso di una campagna elettorale dove oltre alla contesa tra le liste si è consumato uno scontro tutto interno a Forza Italia con l’On. Flora Beneduce opposta a Gennaro Cinque (ex sindaco) sostenuto apertamente dall’europarlamentare forzista Fulvio Martusciello. E’ la Beneduce che, con un comunicato stampa, replica a Martusciello sugli attacchi rivolti alla rinata compagine forzista vicana.  “E’ apparso ieri, sul profilo facebook dell’on.le Fulvio Martusciello, un post sconcertante che tende a stravolgere il valore dell’eccellenterisultato raggiunto da Forza Italia a Vico Equense, dove il partito ha ottenuto il 10,30% delle preferenze.

Forza Italia a Vico ha messo in campo l’energia di giovani e professionisti, anche alla prima esperienza, rompendo con le logiche di sistemi clientelari e di portatori di voti, aprendo ai contributi di idee e di progettazione. E’ stata un esperienza positiva e costruttiva condivisa insieme a cittadini che hanno messo le loro energie a disposizione del paese per migliorarlo, renderlo competitivo e ancora più attrattivo. Un risultato straordinario raggiunto in un clima di inciuci e mala politica e che ci rende orgogliosi perché abbiamo proposto una lista di persone perbene che hanno messo la loro faccia pulita accanto al simbolo di Forza Italia. Accogliento l’appello del Presidente Berlusconi sono scesi in politica i giovani e abbiamo raccolto consenso controtendenza rispetto ai dati di alcuni capoluoghi di provincia. Il discredito di cui ci fa oggetto Fulvio Martusciello, un Eurodeputato forzista, non ci appartiene nella misura in cui non è il nostro modo di essere cittadini e di fare politica – conclude la BeneduceIl messaggio in cui crediamo e che continueremo a diffondere è quello della condivisione di regole e il senso di appartenenza al partito, al suo Presidente, ai tanti militanti e a tutti coloro a cui è affidata la rappresentanza istituzionale”.