PARCHEGGIO LAURO, 4 ANNI DOPO E UN ANNO PRIMA

Stampa

di Comitato Parcheggio Lauro ai Cittadini

Giovanni Antonetti

Giovanni Antonetti

SORRENTO – “Non conosce sosta l’appassionante romanzo del principale parcheggio pubblico cittadino. In 4 anni è stato conteso tra i sostenitori di una gestione privata dell’opera e tra i cittadini che si battevano per una gestione pubblica. Pochi mesi fa sembrava esser stata trovata la soluzione ideale: l’Amministrazione infatti aveva confermato la volontà di mantener pubblica la gestione del parcheggio. Una soluzione auspicata fortemente anche dal Comitato “Parcheggio Lauro ai cittadini”, soddisfatto per la scelta finale dell’Amministrazione, ma deluso dalle tempistiche. Infatti, a distanza di 4 anni dal suo completamento (primo lotto), il Parcheggio Lauro rappresenta solo un’occasione persa (o rimandata) per la nostra città.

Il percorso meccanizzato, il famoso secondo lotto, resta un miraggio progettuale, che avrebbe generato numerosi posti di lavoro, nuovi importanti servizi ed alleviato in parte l’annoso problema del traffico nel centro cittadino. Sicuramente non deve esser facile avviare un bando pubblico per una così importante opera, considerato che forse una gestione pubblica e trasparente non accontenta forse tutti i politici locali, anche se rappresenta sicuramente al meglio gli interessi dei cittadini. Tuttavia, recenti comunicati stampa gettano pesanti ombre di dubbio sulle sorti del Parcheggio: si sente parlar di “Fondazione”, di “strane alleanze” e, ancora una volta, di “privati”.
Il Comitato Parcheggio Lauro ai cittadini ritiene che occorra maggiore serietà da parte di chi riveste ruoli di presunta leadership. C’è un finanziamento regionale di 10 milioni di euro che attende da anni e resta permanente il problema della viabilità.
Le esigenze di sviluppo della città e sostenibilità turistica non possono esser minate da chi cambia continuamente idea; né appare giustificabile l’atteggiamento di chi spaccia per azione politica il continuo scacco all’Amministrazione comunale , per poi fare i propri interessi , prendendo in giro cittadini, istituzioni e persino giornalisti.
Si è detto gestione pubblica e tale deve essere. Non occorrono slogan elettorali dell’ultima ora, volti in apparenza a recuperare credibilità e consensi, ma finalizzati in realtà a creare dissenso e divisioni, sulla base del più classico principio del divide et impera. Anche perché a chi si desta ad un solo anno dal voto, si potrebbe chiedere cosa ha fatto di buono per Sorrento in quattro anni.
Il comitato Parcheggio Lauro resta pertanto all’erta, invitando i cittadini a fare altrettanto. Oggi è il 3 Maggio. E’ passato un anno. Vorremmo concludere salutando un ragazzo che ha combattuto a modo suo battaglie di legalità per Sorrento e per la penisola sorrentina.
Ciao Giovanni”.