Vico Equense, Depuratore Punta Gradelle: venerdì sopralluogo delegazione PD

Stampa
Franca Rossi

Franca Rossi Pd Vico Equense

SEIANO (VICO EQUENSE) – E’ in programma per Venerdì 11 Aprile 2014, alle ore 15, la visita al cantiere del nuovo depuratore di Punta Gradelle a Seiano da parte di una delegazione del Partito Democratico guidata da Assunta Tartaglione segretario regionale del partito. “Punta Gradelle, uno scempio ambientale che ha frenato il rilancio turistico della zona e che rientra in quelle opere necessarie per un sistema di depurazione regionale che oggi ci fa temere anche multe molto salate da pagare all’Europa.  Dopo tante battaglie condotte dal Pd e dai comitati locali forse oggi si arriva a un punto di svolta e per questo motivo il partito sarà in visita al cantiere fermo da oltre due anni comportando gravi conseguenze per la qualità delle acque in penisola sorrentina e in tutto il Golfo di Napoli”. 

Dopo numerose iniziative del PD (visita al Cantiere nel febbraio 2012, interrogazioni regionali marzo 2012 e marzo 2013, interrogazione parlamentare giugno 2012) e azioni di mobilitazione di associazioni e comitati si avvicina lo sblocco dell’opera. La visita di venerdì è  finalizzata ad una verifica dei tempi e delle modalità di completamento del depuratore e, al tempo stesso,alla valutazione dello stato degli interventi per la dismissione del vecchio depuratore di Marina grande a Sorrento  e alla eliminazione della strada di cantiere che deturpa parte della baia di Seiano. Alla visita parteciperanno la parlamentare Luisa Bossa, i consiglieri regionali Antonio Amato, Mario Casillo e Antonio Marciano, il responsabile Ambiente del PD della Campania Mauro Calatola, la responsabile ambiente del PD Napoli Malaica Cisternino e la segretaria del PD di Vico Equense Franca Rossi. Sono stati invitati i Sindaci di Vico Equense, Meta di Sorrento, Sant’Agnello, Piano di Sorrento e Sorrento.  “Le opere di riqualificazione ambientale sono prioritarie per garantire ai cittadini del golfo di Napoli di vivere in un ambiente più salubre e per rilanciare l’economia turistica di quei territori“, così  Malaica Cisternino responsabile Ambiente PD Napoli.
In questi anni, grazie al duo Caldoro&Romano, abbiamo assistito all’accumularsi di ritardi ed inefficienze amministrative che preoccupano e ci sottopongono – oltre al danno anche la beffa – al rischio di pagare pesanti multe per infrazione europea se non completeremo il sistema di depurazioni delle acque reflue urbane entro il 2016. Il PD, ieri come oggi, continuerà a vigilare affinché le opere si concludano presto e bene“, commenta Mauro Calatola, responsabile Ambiente PD Campania.