Sorrento, sui verbali ZTL occorre far chiarezza

Stampa
di Enrico Aprea

Enrico ApreaIn riferimento al comunicato stampa del Comune di Sorrento del 17.01.2014,emesso in risposta a quanto denunciato dal Comitato Cittadini “CONTA ANCHE TU” sulla reale consistenza dei costi sostenuti in merito ai verbali erroneamente emessi per violazione ZTL, ritengo che gli Uffici competenti hanno l’obbligo di precisare, con esattezza, i reali costi sostenuti dal Comune in merito alle sentenze emesse dal giudice di pace a seguito dell’opposizione, da parte degli interessati, ai verbali prodotti erroneamente dal Comando della Polizia Municipale fino al mese di gennaio 2010, violazione ZTL.

Per tali fatti, furono conferite procure all’Avv. Gabriele Cimmino a produrre appello dinanzi al tribunale avverso e per l’annullamento delle sentenze emesse dal giudice di pace, con ben due determine dirigenziali di impegno di spesa: la numero 603 del 19.05.2011 e la numero 189 del 22.02.2012 che si allegano. Perchè sono state necessarie due determinazioni dirigenziali allo stesso legale e per lo stesso incarico?. Quali sono stati gli sviluppi futuri di tali azioni legali? Quali provvedimenti sono stati in seguito adottati al fine di rendere non impugnabili gli ulteriori verbali emessi fino al 15.01.2014 e che hanno prodotto gli incassi come riferiti nel comunicato stampa?