Sant’Agnello, il Consiglio respinge la proposta di riduzione della Tares

Stampa

SANT’AGNELLO – Nulla di fatto per le proposte dell’Opposizione. Tre gli argomenti all’ordine del giorno:
1) Mozione prot. 17378 del 07.10.2013 presentata dai consiglieri Antonino Coppola, Pietro Gnarra e Gian Michele Orlando ad oggetto: “Istituzione di albo per il conferimento di incarichi legali con annesso regolamento”.
2) Mozione prot. 17379 del 07.10.2013 presentata dai consiglieri Antonino Coppola, Pietro Gnarra e Gian Michele Orlando ad oggetto: “Modifica delibera del Commissario Straordinario n. 36 del 23.04.2013 – Approvazione Regolamento TARES – e delibera di Consiglio Comunale n. 17 del 22.08.2013 – Approvazione tariffe TARES”.
3) Richiesta di istituzione di Commissione di inchiesta comunale ai sensi dell’art. 18 Statuto Comunale e art. 39 del Regolamento comunale per il funzionamento del Consiglio Comunale riguardante la Cooperativa edilizia “Swett House” dei Colli di Fontanelle – Determinazioni.

Il Consiglio Comunale ha infatti respinto le mozioni presentate dai Consiglieri Antonino Coppola, Pietro Gnarra e Gian Michele Orlando con le quali si proponeva una riduzione della Tares per il 2013 secondo un’articolata riformulazione del tributo che, a conti fatti, penalizza più le famiglie che le imprese. Respinta anche la proposta diistituire un albo per il conferimento degli incarichi legali. Sul terzo punto all’o.d.g. si tratta di un argomento su cui è antico lo scontro del gruppo di Sagristani con l’ex sindaco Orlando. Una querelle sulla legittimità delle Coop Sweett House che, su proposta degli Assessori Clara Accardi e Antonino castellano e dei Consiglieri Francesco De Angelis e Attilio Massa doveva diventare oggetto di una commissione d’inchiesta. Orlando ha chiesto al sindaco Sagristani di sottoscrivere anche lui la proposta dei suoi Consiglieri. Alla fine l’argomento è stato ritirato lasciando più dubbi che certezze sui reali intenti dei proponenti la Commissione.