Sorrento, Rosario Fiorentino sull’antenna dice a Donadio: “Non faccia come Ponzio Pilato!”

Stampa

SORRENTO – Continua a tenere banco nel dibattito politico cittadino la questione dell’installazione dell’antenna di telefonia mobile autorizzata dal Comune e che ha suscitato accese polemiche. Rosario Fiorentino affonda il coltello pubblicando gli atti del rilascio del permesso comunale e spiega: “Il rilascio del permesso è avvenuto senza esaminare minimamente le condizioni stabilite dalla legge e cioè il titolo di proprietà e/o l’autorizzazione del proprietario a far svolgere detti lavori. Come è possibile che venga rilasciato un permesso senza conoscere se c’è o no la volonta del proprietario? Ed ancora, altro aspetto non trascurabile, sono le condizioni posta dalla Sprintendenza nell’esprimere il parere. Manca  l’accertamento dell’ufficio tecnico circa i requisiti di legge essenziali e sostanziali per  effettuare i lavori. Abusivismo? Condoni?

L’area e la particella catastale hanno problemi del genere? Insomma mi sembra che ci sono tutte le condizioni per potere effettuare almeno una chiara ricognizione. Il dott. Donandio non può continuare a fare come Ponzio Pilato“.