Ospedale Unico, il progetto incluso nell’Atto Aziendale del Direttore Generale

Stampa

Nell’atto aziendale predisposto da Maurizio D’Amora, direttore generale dell’ASL Na 3 Sud, per la Regione Campania il progetto di Ospedale Unico della Penisola Sorrentina è stato formalizzato quale obiettivo da conseguirsi nell’ambito della riorganizzazione delle strutture e dei servizi sanitari in Campania. L’iter burocratico avviato qualche anno fa dalla conferenza dei sindaci e coordinato da Vincenzo Iaccarino (vice sindaco di Piano di Sorrento) è giunto a capolinea nel senso che il progetto passa di mano per giungere nella sede preposta: la Regione Campania.

L’impegno assunto dal direttore generale a dar seguito al progetto per il quale è già pronto il piano esecutivo nell’area all’uopo preposta nel Comune di Sant’Agnello, è stato mantenuto ed ora si tratta di individuare i canali di finanziamento per realizzare un’opera destinata ad incidere profondamente sulla qualità dell’assistenza sanitaria nel comprensorio sorrentino dove ormai si stanno sperimentando con successo nuove formule di servizi all’utenza anche in collaborazione con la rete delle farmacie territoriali.

Molto soddisfatto Vincenzo Iaccarino per la determinazione assunta dal Direttore D’Amora “…che ha sempre creduto nel progetto e sicuramente ha creato le condizioni favorevoli per inserirlo nella programmazione sanitaria della Regione cui spetterà l’ultima parola“.

Nello stesso atto aziendale, però, tramonta l’ipotesi di dotare l’attuale reparto di Cardiologia a Sorrento dell’Emodinamica che dovrebbe essere allocata a Boscotreccase e a Nola. Ovviamente quando sarà realizzato l’Ospedale Unico non si potrà non dotare la struttura di emergenza cariologica dell’emodinamica.