Il Pino di Villa Irbicella, la Signora De Rosa replica al WWF

Stampa
Dalla Sig.ra De Rosa riceviamo e pubblichiamo:

In qualità di comproprietaria di “Villa Irbicella“ mi  vedo costretta a rispondere, mio malgrado, alle accuse diffamatorie e gratuite del presidente del “WWF della  Penisola Sorrentina” Claudio D’Esposito:

1 – Il pino abbattuto (a seguito del regolare permesso rilasciato dal Comune di Piano di Sorrento, prat. edilizia 14/2012, e relativa chiusura al traffico di via Gennaro Maresca, num. prot.347) a Villa Irbicella il 31/1/2012 era malato e non vi erano alternative al suo abbattimento, in quanto la sua caduta sarebbe stata causa di gravissimi danni a presone e a cose…
2 – Non essendoci nessuna volontà di speculazione edilizia nei nostri terreni (come si può facilmente verificare dalla totale assenza di progetti) ciò ha causato per noi non solo un danno affettivo, ma anche economico. Villa Irbicella è una proprietà della nostra famiglia da molte generazioni e rappresenta per noi un bene prezioso  da tutelare e proteggere.

3 – Il pino non è stato ancora sostituito perché, in seguito alla denuncia del WWF, il Comune di Piano di Sorrento ha sospeso la rimozione dei tronchi, ma Il tutto è stato solo rimandato.

4 – Il rappresentante del WWF, forse in buona fede, confonde la proprietà  Irbicella  con altre proprietà limitrofe che non appartengono alla nostra famiglia.

5 – Il crollo del muro, avvenuto il 25/12/12  e dovuto ad una serie di concause, è stato per noi un ulteriore danno affettivo ed economico. Comunque, se ciò può tranquillizzarvi,tutte le operazioni  necessarie  a ripristinare lo stato dei luoghi sono state già avviate.

Maria Giuseppina de Rosa