Sant’Agnello, gli assessori Coppola e Gnarra replicano a Castellano

Stampa

Assessore Giuseppe Coppola '71

SANT’AGNELLO – Le dichiarazioni sul campo di calcio di Viale dei Pini rilasciate qualche giorno fa dal consigliere comunale Antonino Castellano hanno scatenato una serie di polemiche, repliche e soprattutto commenti che contestano la presa di posizione del Consigliere. Sul presunto “dispendio di risorse” denunciato da Castellano relativamente all’intervento di 160mila euro finanziato dal Comune di Sant’Agnello interviene l’assessore allo sport Giuseppe Coppola: “La presa di posizione di Castellano è incomprensibile e soprattutto non va in direzione di curare gli interessi di tanti giovani di Sant’Agnello che utilizzano l’impianto – esordisce CoppolaMi sembra che lo stesso Castellano abbia approvato il progetto quando era in giunta e ricorderà che abbiamo investito 2/3 di quello che per legge avremmo potuto spendere, praticamente fino a 250mila euro. Quindi abbiamo investito queste risorse per rendere più sicura la struttura adeguandola alla normativa, l’intervento è concepito per realizzare il manto in erbetta e quindi disporre di una struttura efficiente, regolare in base alla normativa anche per quanto concerne il pubblico fino a 2000 persone. Insomma – conclude Coppola – stiamo rendendo un servizio a Sant’Agnello e mi meraviglia che proprio Castellano che è uomo di sport e che ha diretto il Sorrento calcio faccia questi ragionamenti“. A dar man forte all’assessore Coppola si agigunge il vice sindaco Pietro Gnarra che dichiara “Sono polemiche strumentali e inutili, dovremmo andare tutti orgogliosi del fatto che siamo in grado di garantire ai giovani e agli sportivi della nostra comunità una struttura a norma, efficiente e pienamente agibile. Su questi temi credo sia sbagliato fare opposizione pregiudizialmente perchè la gente è chiaro che non capisce e sta dalla parte di chi opera…E poi dicono che non facciamo nulla, che non realizziamo le opera…Mi sembra esattamente il contrario, forse proprio perchè stiamo lavorando qualcuno si preoccupa, ma noi pensiamo solo agli interessi dei Santanellesi“.