L’Europa “controlla” come si spendono i fondi pubblici

Stampa
On. Enzo Rivellini

On. Enzo Rivellini

Da qualche tempo si è intensificata l’azione di controllo, anche a seguito delle accresciute segnalazioni e denunce, sull’uso dei fondi europei che, prevalentemente attraverso le Regioni, vengono dispensati nonostante la crisi e la difficoltà a intraprendere circuiti virtuosi connessi alla crescita e allo sviluppo soprattutto delle aree meridionali. Intanto proprio in questi giorni si è aperta la nuova partita legata all’impiego delle risorse per il periodo 2014-2020 che per l’Italia consistono in circa 30mld di euro che il Governo ha deciso di utilizzare attraverso la costituzione di un’agenzia specifica. A rivelare i risvolti legati all’impiego dei finanziamenti europei è l’europoarlamentare Enzo Rivellini che dà conto dell’esito di un’interrogazione presentata al Commissario Hahn sulla “Coppa America“. Il caso è interessante perchè evidenzia come l’attenzione della Commissione è elevata sulle modalità di utilizzo delle risorse da parte di chi ne beneficia, nel caso il Comune di Napoli e la Regione Campania che, insieme alla Provincia e ad alcuni imprenditori privati, hanno gestito il mega evento internazionale della Coppa America.

Rivellini chiede conto dei a 22 milioni di euro impegnati anche rispetto all’indagine della magistratura che ha indagato i vertici delle tre maggiori istituzioni della Campania. E nel merito il Parlamentare ha chiesto qual è la posizione della Commissione UE nel caso le indagini appurassero illeciti e se è plausaibile una sospensione dei finanziamenti per auto-tutela. Inoltre pone due interrogativi: se l’evento era consono alle finalità del finanziamento europeo e se avevano appurato che la manifestazione avesse portato un valore aggiunto tanto da configurarsi strutturale per il turismo dell’area interessata;
La risposta del Commissario Hahn non si è fatta attendere:
1) nel giugno 2013 la Commissione ha chiesto alle Autorità italiane informazioni su quanto da me esposto;
2) ad oggi la Regione Campania non ha presentato richieste di pagamento relative al co-finanziamento dell’evento America’s Cup. Nel caso ciò dovesse accadere e risultassero irregolarità dalle indagini in corso la Commissione non esiterà, immediatamente, a mettere in atto interventi di auto-tutela (annullamento e sospensione del finanziamento?);
3) la documentazione presentata dalla parte afferma che ci sono stati incrementi turistici per l’evento in questione. Anche questo naturalmente sarà oggetto di verifica.                                                               4) le autorità italiane non hanno richiesto l’assistenza dell’Olaf nelle indagini. Nel caso lo richiedessero l’Olaf, che sempre collabora con le autorità competenti degli Stati membri, interverrà come sempre accade quando ci sono rischi di una possibile utilizzazione irregolare o fraudolente dei fondi europei.
La risposta del Commissario Hahn al di là del burocratese è estremamente importante perché conferma che l’Ue con i suoi organismi indaga sull’evento Coppa America e che la Regione Campania fino ad oggi non ha ancora presentato la contabilizzazione per ricevere i fondi, forse perché già consapevole di eventuali irregolarità – spiega Rivellini – Questa notizia lascerà sicuramente i creditori come minimo con l’amaro in bocca. In ogni caso la richiesta di finanziamento della Coppa America è stata supportata da dati riforniti all’Ue dalle parti che affermano un incremento turistico nella prima edizione e la commissione Ue, dopo quanto avvenuto, approfondirà tali dati e speriamo che per questo non si debba riaprire un’altra dolorosa vicenda. Infine, la Commissione Ue tramite l’Olaf che è il suo organismo di controllo è pronta a collaborare con gli organi competenti nazionali che dopo la risposta di Hahn alla mia interrogazione potranno richiedere la loro assistenza. Da cittadino spero che nulla emerga né dalle indagini della Procura né da quelle della Commissione europea, ma mi lascia perplesso l’affermazione di Hahn che fino ad oggi la Regione non ha presentato richiesta di pagamento. Delle due l’una: o c’è un grave ritardo dell’apparato burocratico regionale o si teme di presentare tale richiesta. In ogni caso per gli attori della Coppa America le prospettive non sono certamente rosee”. Uno dei punti significativi connessi al corretto impiego delle risorse comunitarie è quello degli effetti che gli eventi finanziati producono in termini di aumento dei flussi turistici. Ovviamente non si potrebbero spiegare impegni finanziari tanto cospicui se l’evento si riduce a produrre effetti territoriali slegati da qualsiasi contesto turistico nazionale ed intermazionale. Il problema, segnaliamo all’On. Rivellini, riguarda allora anche i circa 4 mln di euro recentemente stanziati dalla Regione Campania, utilizzando risorse europee, per finanziarie iniziative che non hanno assolutamente alcun ritorno in termini di attrazione turistica, anzi risolvendosi in veri e propri sprechi di denaro pubblico visto che vanno ad alimentare determinati circuiti in totale dispregio del pubblico interesse e dello sviluppo turistico. E’ bene che il Commissario Hahn vigili su questa progettualtià e sull’impiego di risorse finanziarie erogate ai Comuni per eventi che proprio nulla hanno a che vedere con la promozione turistica.