Casta, pensioni e vitalizi: per Lauro norma da ampliare

Stampa

Sen. Raffaele Lauro

ROMA – Continua a insistere sull’ulteriore eliminazione di privilegi della casta il Sen. Raffaele Lauro (PdL) che sin dall’inizio della legislatura si è fatto promotore di questa come di altre iniziative in grado di eliminare o ridurre i privilegi della politica e nello specifico dei Parlamentari. All’indomani delle decisioni assunte dal Governo sulle restrizioni per pensioni e vitalizi dei parlamentari Lauro ha commentato: “Saggia decisione di Schifani e Fini: dal gennaio 2012 i vitalizi dei parlamentari saranno soggetti al calcolo contributivo, senza attendere la nuova legislatura. Lo stesso calcolo dovrà essere applicato ai vitalizi dei 2.238 ex-parlamentari, senza eccezioni rispetto al trattamento riservato ai cittadini. Purtroppo restano ancora immodificati i benefici degli ex-presidenti di Camera e Senato. Ma anche quel fortino di privilegi, presto o tardi, sarà abbattuto“. Da ricordare anche la clamorosa iniziativa del Sen. Lauro contro i “pasti quasi gratis” al Senato che ha prodotto anche una consistente riduzione degli accessi a questa “mensa speciale” dopo gli aumenti applicati.