Don Alfonso è tra i 10 ristoranti per cui val la pena di scendere dalla nave

Stampa

Alfonso Iaccarino

MASSALUBRENSE – Ancora un primato per il “Don Alfonso 1890″ a Sant’ Agata sui due Golfi nella Penisola Sorrentina e il suo patròn Alfonso Iaccarino che conquistano le luci dei riflettori apparendo nella lista 2011 del New York Times tra i 10 ristoranti per cui valga la pena scendere da una nave da crociera. Sottolineando come le crociere raramente consentano di assaporare le prelibatezze dei Paesi dove fanno tappa, il New York Times pubblica una classifica dei ristoranti nelle principali città portuali da cui il viaggiatore dovrebbe lasciarsi sedurre oltre il comfort della nave. Unico italiano, il Don Alfonso a Sant’Agata sui due Golfi si fa così emblema dell’eccellenza culinaria del Mediterraneo, dove gli ingredienti fondamentali, prodotti nell’azienda agricola Le Peracciole, sono orchestrati da Alfonso ed Ernesto, padre e figlio, in un tutt’uno armonioso miscelato con l’amore e la passione per la propria terra. Già celebrato da guru della gastronomia come il noto critico del New York Times, R.W. Apple Jr, che lo aveva incluso nel proprio testamento spirituale, pubblicato postumo nel 2006, tra i ristoranti che preferiva e per cui valesse la pena acquistare un biglietto aereo, il Don Alfonso 1890 vanta nella sua proprietà anche un relais del 1800 composto da 8 suite arredate secondo lo stile dell’antica dimora.