Housing Sociale a Sant’Agnello, rinviato a domani il responso del Riesame

Stampa
Housing Sociale Sant'Agnello

Housing Sociale Sant’Agnello

SANT’AGNELLO – L’atteso responso del Riesame sul provvedimento di sequestro dell’housing sociale da parte della Procura della Repubblica di Torre Annunziata è slittato di 48 ore, cioè da martedì (ieri, Ndr) a giovedi (domani) per consentire alle parti un aggiornamento su un’ulteriore documentazione prodotta dagli inquirenti in materia urbanistica essendo al centro della discussione la conformità o meno dell’opera al Put e quindi dovendosi valutare la regolarità amministrativa dell’autorizzazione a costruire rilasciata dal Comune.

Tale parere, chiesto all’epoca dalla Giunta al Prof. Ferdinando Pinto, subordinava la legittimità della concessione al pronunciamento della Corte Costituzionale relativa al Piano-Casa (legge regionale della Campania) e al presupposto che lo stesso prevalesse in deroga anche al Put. La Corte invece ribadiva la prevalenza del Put sul Piano-Casa per cui il diniego al permesso a costruire sarebbe stato conseguenziale. Così invece non è stato e la storia, anche drammatica per le famiglie che hanno acquistato casa, che ne è seguita è ormai ben nota sotto tutti i punti di vista. A riguardo e per chi fosse interessato ad approfondire l’aspetto tecnico-urbanistico del problema segnaliamo l’articolo di Antonio VerderosaLa prevalenza del Piano Territoriale Paesistico rispetto al Piano Casa in Campania” pubblicato sulla rivista lexambiente.it nel febbraio scorso e che aiuta a ben inquadrare e a comprendere la problematica oggetto del contendere.