Meta alle urne, stamattina il sorteggio degli scrutatori, polemico De Martino

Stampa
Giuseppe Tito

Giuseppe Tito

META – L’input a “sorteggiare” i 28 scrutatori, con un colpo a sorpresa, l’ha dato Giuseppe Tito, candidato sindaco di “Patto per Meta” che ha messo nero su bianco la richiesta al sindaco Paolo Trapani di procedere col sorteggio a sostegno proprio della proposta avanzata dal primo cittadino per garantire la massima trasparenza all’operazione. Meta Scrutatori foto PinP 015Prima di insediare la Commissione Elettorale Tito ha vergato di suo pugno la richiesta, mentre Daniele De Martino, consigliere uscente in rappresentanza della Lista “Meta Ora” di Bruno Antonelli ha polemizzato con Maria Luisa Gargiulo (PD) candidata con Antonella Viggiani per non aver garantito la minoranza al completo (visto che la Gargiulo è stata eletta dall’opposizione in seno alla Commissione Elettorale, ndr) e di aver optato per il sorteggio a titolo personale.

Una polemica che ha accompagnato l’intera seduta della Commissione (vedi i video) e che alla fine ha coinvolto anche Tito nei riguardi della Gargiulo sotto gli occhi del suo candidato sindaco, la Viggiano (Meta Comune), che ha sovrinteso alle operazioni protrattesi oltre il previsto per la decisione adottata di procedere al sorteggio manuale, non col computer, e quindi dovendosi predisporre la numerazione di 656 iscritti in lista per estrarne i 28 titolari e supplenti.

Video Meta1

Video Meta2

Video Meta3