Sul “pezzo” di Fiorentino e le critiche a Stinga…la precisazione di Dare

Stampa

Onestamente ci sto capendo poco. E’ stata riportata una notizia, ovvero il restyling di alcune strade cittadine. Punto, stop. Interventi che saranno effettuati nei prossimi giorni. L’articolo riporta anche dei passaggi di una nota ufficiale del vicesindaco Stinga girata agli uffici competenti. Si tratta di fare informazione. Anche questa è informazione. Sul giornale vengono riportate le notizie di inchieste giudiziarie, interrogazioni parlamentari, sequestri, incontri culturali, meeting economici e tanto altro ancora. Non vedo dove sia il problema, oggi, se si scrive che le condizioni di alcune strade verranno migliorate in vista dell’estate. Onestamente sono rimasto a dir poco sorpreso quando ho letto certe cose sul web.
A partire dal fatto che una mail, in teoria “confidenziale” e privata, sia diventata “pubblica”. Non è che ci sia un problema per me, tutt’altro, ma sono stupito per le modalità con cui la mail è stata inviata, “elaborata” e smerciata a più non posso sulla rete.
Non contesto la decisione del collega Vincenzo Califano, ovvero pubblicare sul suo blog il messaggio inviatomi domenica mattina da Fiorentino, nonostante il titolo del pezzo di questo blog possa sottilmente indurre qualcuno a pensare che il sottoscritto si sia espresso, in qualche sede o nell’articolo in questione, sull’operato di Stinga e che sulla scia di questo presunto giudizio sia in contrasto con le perplessità del consigliere Fiorentino, a dir poco leonino quando si tratta di discutere di alcuni temi politici.
Ma non chiedo rettifiche inutili o repliche all’alba come invece fa qualcuno, contestando il fatto che una sua dichiarazione ufficiale sia stata pubblicata senza una parola (è capitato), inventandosi chissà quali manipolazioni ideologiche! Non è sicuramente il caso di Fiorentino, spesso intervenuto su più temi, senza censure, sul giornale.
Buon lavoro a tutti.
SALVATORE DAREMETROPOLIS QUOTIDIANO

Sicuramente si è ingenerato un corto circuito informativo e la foga politica ha finito col prevalere sui fatti cui giustamente richiama l’attenzione l’amico e collega Salvatore. Purtroppo l’e-mail inviatagli a titolo personale da Fiorentino a noi è giunta nella forma di un commento che, come al solito senza esercitare censure, abbiamo pubblicato con la premura però di richiamare il contesto di riferimento per renderla comprensibile ai lettori e perciò senza diverso intento. Ancora una volta condividiamo e ribadiamo la valutazione che i protagonisti della politica debbano imparare a osservare certe regole e a considerare il lavoro  giornalistico senza volergli per forza attribuire un protagonismo politico, fosse anche solo per rispetto alle persone e a un’attività professionale assolutamente non semplice da svolgersi, tanto più in ambito locale. PinP