Campania,  Diario Politico©Raffaele Lauro,  Massalubrense,  Piano di Sorrento,  Sant'Agnello,  Sorrento,  Vico Equense

Unione dei Comuni, polemica del PD e la replica del Sen. Lauro (PDL)

Stampa
Sen. Raffaele Lauro

SORRENTO – Scoppia la polemica sulla costituenda Unione dei Comuni della Penisola Sorrentina con le dichiarazioni di due esponenti del PD, Giuseppe Tito assessore a Meta, e Luigi Mauro consigliere di minoranza a Sorrento. L’accusa: si tratta di un processo calato dall’alto e che non è frutto di un processo condiviso dei territori. Indirettamente chiamato in causa il Sen. Raffale Lauro (PDL) che è stato tra i più entusiasti sostenitori di un progetto che sarà presentato alla pubblica opinione nel corso di un incontro istituzionale in programma per il 5 marzo al Comune di Sorrento. A seguito delle dicharazioni rese alla stampa (Metropolis) dagli esponenti del PD, il Sen. Raffaele Lauro ha rilasciato le seguente dichiarazione: “Ho rispetto di tutte le opinioni ed, in particolare, di quelle dei miei autorevoli interlocutori del partito democratico, ai quali mi legano sentimenti di stima e di amicizia. M l’Unione dei Comuni, come altre iniziative, non è scesa dall’alto, al contrario è imposta dalla gravità dei problemi comprensoriali. Questa iniziativa, infatti, è stata portata avanti meritoriamente dai Sindaci. Si tratta di una scelta politico-amministrativa, di alto profilo, ma non partitica, finalizzata alla migliore gestione dei servizi. Non a caso gli incontri hanno solo carattere istituzionale. Stupisce una critica siffata, del tutto immotivata, proprio da parte del PD della Penisola Sorrentina, perchè le Unioni sono una realtà efficace, specie nelle regioni cosiddette rosse. Mi auguro, tuttavia, che attraverso un confronto apeerto, tutte le amministrazioni interessate, si possano superare queste riserve e, da parte di tutti, si colga il valore di una scelta vitale per il futuro della Penisola Sorrentina. Ostacolare questo processo, per cecità politica, significherebbe perpetuare i campanilismi deleteri del passato“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*