Graziano Maresca, assolto “perchè il fatto non sussiste”

 

Ing. Graziano Maresca

PIANO DI SORRENTO – “Assolto perchè il fatto non sussiste”. Con questa sentenza pronunciata ieri sera dal gip Rescigno del Tribunale di Torre Annunziata Graziano Maresca, ingegnere capo del Comune di Piano di Sorrento, è stato prosciolto dall’accusa di abuso edilizio per il presunto rilascio di un’autorizzazione  in difformità rispetto alla normativa edilizia e per la quale era stato denunciato all’autorità giudiziaria. Maresca, difeso dagli avv. Paola Astarita e Giuseppe Cappiello, aveva chiesto il rito abbreviato ed ha espresso grande soddisfazione per l’esito del giudizio anche alla luce della risonanza che la vicenda aveva avuto visto che all’epoca ricopriva anche la carica di assessore comunale a Meta. Stessa soddisfazione per il Sindaco Giovanni Ruggiero che all’epoca dei fatti aveva espresso solidarietà all’Ingegnere.

L’olivo di Natale alla rotonda “La Siesta”

Olivi rotonda La Siesta

Certamente è uno fra gli alberi illuminati per il Natale più suggestivo fra i tanti addobati in Penisola Sorrentina. Si tratta dell’olivo, anzi dei due olivi che fanno bella msotra di sè alla rotonda “LA SIESTA“, a metà strada tra i Comuni di Piano di Sorrento e di Sant’Agnello, ma ricadente della “giurisdizione” santanellese. Chi, meglio d’olivo sorrentino, può dare il benvenuto in Costiera per le festività natalizie agli ospiti? Nessun altra pianta vista che questa conserva intatto il fascino di una storia e di un’identità mediterranee nell’eccellente costiera sorrentina.

Piano di Sorrento, alle primarie PD trionfa Antonio Borrelli

Antonio Borrelli

PIANO DI SORRENTO – Le primarie del PD hanno consacrato Antonio Borrelli sfidante ufficiale di Giovanni Ruggiero per l’area del centro-sinistra. E’ stato questo l’esito dello spoglio dopo la due giorni elettorale che ha visto 808 elettori recarsi alle urne per scegliere un candidato sidnaco tra i tre aspiranti alla carica. Poco più di 150 voti sono andari da Matteo Parlato, di area ex margherita; circa 245 voti a Raffaele Esposito espressione del PD ex Ds e infine 450 voti ad Antonio Borrelli che sbaraglia letteralmente gli avversari. A seguire il commento sul voto.

Primarie PD a Piano, si vota anche stamattina al Centro Culturale

Luigi Ponticorvo e Raffaele Esposito

PIANO DI SORRENTO

Continua stamattina presso i locali del Centro Culturale Comunale in via delle rose l’iniziativa del PD di scegliere attraverso lo strumento delle primarie il candidato sindaco alle elezioni amministrative della prossima primavera. Ieri pomeriggio il primo turno di votazione presso un gazebo allestito in Piazza Cota e che, a fine serata, ha fatto registrare un’affluenza di circa 400 elettori che hanno scelto un odei tre candidati: Antonio Borrelli, Raffaele Esposito, Matteo Parlato. Continua a leggere

I Sorrentini che si fanno onore: Giuseppe Gargiulo “asso del fisco”

Giuseppe Gargiulo

Si sono “laureati” campioni del fisco 2010 e sono stati premiati, in sette, dai campioni dello sport in una cerimonia cui ha partecipato Massimiliano Rosolino. Fra di loro c’è anche un pezzo di Penisola Sorrentina con Giuseppe Gargiulo che si è aggiudicato la palma del vincitore nella sezione “controllo e contenzioso” in qualità di “capo team per i controlli su persone fisiche ed enti morali alla Direzione provinciale di Modena che ha fatto del lavoro di squadra la cifra delle complesse operazioni antievasione messe a segno” si legge nella motivazione del premio. Continua a leggere

A Piano domani si parla di rifiuti. Iurillo intervista Sodano e Trocchia

La Peste di Tommaso Sodano

PIANO DI SORRENTO – Domani al Centro Culturale Comunale, alle ore 19.00, l’Assessorato alle Attività Culturali diretto da Giancarlo d’Esposito propone l’incontro con Tommaso Sodano autore del libro “La Peste. La mia battaglia contro i rifiuti della politica italiana” con il giornalista Nello Trocchia e che saranno intervistati da Vincenzo Iurillo giornalista de “Il Fatto Quotidiano“. La questione dei rifiuti è il problema irrisolto che continua a essere alla ribalta delle cronache campane, “la Peste” che contamina e coinvolge tutti in modo trasversale, lo Stato e l’anti-Stato, la maggioranza e l’opposizione, le forze dell’ordine e la criminalità tutti insieme per spartirsi “l’affare della munnezza campana”. Continua a leggere