Sul gemellaggio Cuomo precisa: il PD nel 2007 approvò la delibera

Giuseppe Cuomo

SORRENTO – Lascerà domani la Città del Tasso, dopo alcuni giorni trascorsi in costiera, la delegazione proveniente da Laayoune. Sabato scorso è stato siglato il gemellaggio tra le due città tra il sindaco di Sorrento, Giuseppe Cuomo, e da quello di Laayoune, Moulai Hamdi Ould Errachid. Un’iniziativa che non ha mancato di suscitare alcune polemiche ed in merito si registra le precisazione del primo cittadino di Sorrento.  Continua a leggere

Antonetti (IdV): “I Consiglieri non possono gestire deleghe”

Giovanni Antonetti (IdV)

SORRENTO – L’Italia dei Valori con il suo leader Giovanni Antonetti continua a intervenire nel dibattito amministrativo sorrentino per evidenziare disfunzioni e problemi che impediscono il regolare funzionamento dell’Ente. Antonetti scrive al Sindaco Giuseppe Cuomo ed ai responsabili dell’Amministrazione: “Si ritiene opportuno segnalare la seguente situazione relativa alla struttura organizzativa del Comune di Sorrento; questa anomalia segue, mio malgrado, la vicenda già affrontata dalla sezione sorrentina del partito Idv, assurta agli onori della cronaca locale e regionale, relativa alla nomina del Direttore Generale da parte dello stesso Comune, ritenuta dagli Organi Amministrativi centrali contraria all’art. 2, comma 186, lettera d), L. 191/2009 che vieta la nomina del direttore generale nei comuni con popolazione inferiore ai 100.000 abitanti. Continua a leggere

Gnarra: “non torno indietro…occorre ridimensionare la burocrazia comunale”

Pietro Gnarra Sant'Agnello

SANT’AGNELLO  – “Ho deciso…Non torno in giunta perchè commetterei un grave errore…“. Così Pietro Gnarra rompe il silenzio di qualche giorno dopo la decisione di dimettersi da vice sindaco e assessore della giunta-Orlando e spiega: “Voglio precisare che il problema riguarda il ruolo a mio avviso prevaricante dei funzionari comunali rispetto agli amministratori…Una questione che si è già presentata per il passato, non è stata mai affrontata e che mortifica il ruolo e le responsabilità che gravano sulla politica, cioè su chi è investito dal consenso popolare e che è di fatto espropriato di ogni potere e di ogni credibilità rispetto ai cittadini cui diventa impossibile dare risposte“. Continua a leggere