Basta, non se ne può più dei pachidermi padroni assoluti delle nostre strade!

E’ bastata l’ordinanza del Comune di Meta che, per tre giorni, ha interdetto il transito automobilistico sul versante a mare del Corso Italia (per effettuare la rimozione di tre pali vecchi dalla strada) a mandare in tilt la viabilità in tutta la Penisola, addirittura da Castellammare fino a Sorrento. Un provvedimento sicuramente necessario, ma che, come succede in qualunque Comune dell’area, viene adottato senza un’informativa preventiva agli altri Comuni e ai cittadini con le conseguenti congestioni del traffico, le lunghissime attese in galleria, la snervante processione lungo la statale sorrentina che puntualmente si trasforma in una camera a gas. Continua a leggere