Piano di Sorrento, Piazza Cota diventa area pedonale e cantieri aperti in tutta la città

Stampa

Piazza CotaPIANO DI SORRENTO – Arriva la pedonalizzazione della Piazza Cota che dal 30 giugno prossimo e fino al 31 ottobre sarà off limits alle auto che non potranno transitarvi nè sostare.

Vincenzo Iaccarino

Vincenzo Iaccarino

Un obiettivo che il sindaco Vincenzo Iaccarino e la sua Amministrazione avevano indicato nel programma elettorale e che finalmente si concretizza dopo l’intervento di restyling che l’anno scorso ha interessato tutta l’area municipale, giardinetti, marciapiedi e ripristino del transito nella traversa che da Corso Italia prosegue alle spalle del Comune per dirigere su Via Casa Rosa, un vero e proprio bypass di collegamento alternativo. Un programma che ha visto impegnato l’Assessore Pasquale D’Aniello con delega alla manutenzione urbana e al corso pubblico oltre che alle attività commerciali.

Michele Galano

Michele Galano

A beneficiarne saranno le attività dell’area e i Cittadini che disporranno di un vasto spazio vivibile che nelle ore  serali sarà parzialmente occupato anche dagli esercenti di bar e ristoranti che potranno ampliare all’esterno le proprie attività per meglio attuare le disposizioni di distanziamento sociale in tema di prevenzione anti-covid. La Polizia Municipale diretta dal com. Michele Galano ha disposto l’ordinanza che disciplina orari e transiti. A partire da lunedì 29 giugno prenderanno il via anche i lavori di restyling urbano che riguarderanno il Corso Italia e molte altre strade del centro per attuare una messa in sicurezza di carreggiate, marciapiedi, nuova illuminazione, arredo urbano e segnaletica orizzontale e verticale.

Un’opera che segue ai lavori già avviati e ultimati sul versante collinare della Città dove sono stati effettuati interventi sul sistema dei sottoservizi oltre che il rifacimento dei manti stradali. Insomma la Città si rimette a nuovo con un piano che parte in ritardo rispetto alle previsioni a causa dello stop provocato dal lockdown per il coronavirus. Ciliegina sulla torta l’annuncio di Iaccarino che a fine agosto apriranno anche i cantieri per l’intervento sulla Via Ponte Orazio chiusa al transito dal 2017 a causa dell’improvviso smottamento e frana della carreggiata nel vallone di Lavinola. Tragedia sfiorata che ha imposto un lungo stop al transito pedonale e automobilistico.

Francesco Saverio Cannavale

Francesco Saverio Cannavale

Grazie al finanziamento della Città Metropolitana di Napoli, pari a circa 1,3 mln di euro, è stata bandita e aggiudicata la gara con il previsto inizio dei lavori. Con le economie di spesa che ne sono derivate saranno attuati altri interventi sempre sotto la puntuale direzione dell’UTC cui sovrintende l’arch. Francesco Saverio Cannavale col suo staff.

A settembre intanto è prevista la conclusione dei lavori di costruzione del nuovo nicchiario cimiteriale, opera che risale a oltre dieci anni fa e che era stata abbandonata dalla precedenti amministrazioni. Circa 500 assegnatari potranno finalmente ottenere i loculi acquistati con un anticipo di spesa del 50% dei costi quando davvero disperavano di veder realizzata l’opera. Sempre sul fronte dei lavori in corso appena concluso il lockdown sono ripartiti i cantieri nel Centro Culturale e Biblioteca Comunale che realizzeranno una struttura moderna e studiata per soddisfare al meglio le esigenza di un’utenza, soprattutto studenti, che hanno eletto la Biblioteca carottese a centro di studio d’eccellenza. Nuovo look e servizi anche per il Centro Culturale e tutti gli ambienti utilizzati dal mondo associazionistico.

Le rampe di Marina di Cassani

Le rampe di Marina di Cassani

Lavori che non finiscono qui e che danno il segno tangibile del lavoro fatto soprattutto negli ultimi due anni. Sono in corso di espletamento le procedure di gara relativa al progetto di ristrutturazione delle Rampe che conducono alla Marina di Cassano. Un’opera attesa da anni e per la quale si è seriamente rischiato di perdere il finanziamento regionale che il sindaco Iaccarino ha recuperato consentendo così la realizzazione di un intervento di bonifica e di messa in sicurezza delle 5 rampe atteso dai residenti e fondamentale per le attività economiche del borgo marinaro.