Piergiorgio Sagristani, ecco il mio “piano green” per la Penisola Sorrentina

Stampa
Piergiorgio Sagristani foto©PinP

Piergiorgio Sagristani foto©PinP

PENISOLA SORRENTINA – Per nulla distratto dalla vicenda “housing sociale” il sindaco Piergiorgio Sagristani ha annunciato i punti salienti del programma per la tutela dell’ambiente che, in qualità di incaricato dalla conferenza dei sindaci peninsulari, sta sviluppando affinchè dalla teoria si passi alla pratica. Si tratta di 14 punti per attuare la “svolta green in Penisola”, spiega con un post sull sua bacheca facebook il primo cittadino di Sant’Agnello che aggiunge: “Sono stato incaricato dai sindaci della Penisola sorrentina di individuare degli interventi, da condividere sul piano comprensoriale, per preservare le nostre bellezze naturali, ambientali e paesaggistiche”. A seguire i temi in discussione su cui prenderà forma il progetto green che coinvolgerà i sei Comuni peninsulari.

Ecco quali sono i 14 punti programmatici del “piano green” per la Penisola Sorrentina

1 Attivazione del servizio di bike-sharing in tutti i Comuni della Costiera sorrentina

2 Istituzione di colonnine elettriche per la ricarica delle bici e delle auto elettriche

3 Rendere la Penisola sorrentina Plastic-free a partire dal 2021

4 Al fine di arginare tutti quei fenomeni di inquinamento che alterano la qualità delle acque costiere, si propone di appostare nel Titolo II° dei Bilanci comunali appositi fondi da impegnare per la pulizia dei valloni e dei rivoli presenti sul territorio. Questo intervento, nel rendere nuovamente percorribili gli antichi corsi d’acqua, può consentire verifiche e controlli sugli scarichi abusivi a mare

5 Chiedere alla Gori un investimento straordinario per continuare i lavori di separazione delle acque bianche da quelle nere sul territorio

6 Istituire ogni anno il Bilancio arboreo comunale ed intercomunale al fine di far crescere la quantità e qualità di verde presente sui territori. L’obiettivo da realizzare è piantare, ogni anno, un numero maggiore di alberi rispetto a quelli estinti.

7 Ripensare ruolo e funzione del trasporto su ferro in chiave ecosostenibile.
A tal fine serve un’azione condivisa affinchè EAV trasformi il tratto Vico Equense – Sorrento in metropolitana veloce con corse dedicate esclusivamente a servizio di residenti e turisti.

8 Sostituzione dei bus Eav inquinanti con mezzi a propulsione ecologica

9 Moratoria per i mezzi diesel in Penisola. Nell’arco di cinque anni i mezzi inquinanti devono essere banditi dall’accesso sul territorio

10 Definire un unico orario intercomunale per carico e scarico merci

11 Istituire centraline anti-smog sul Corso Italia e nei centri della penisola

12 Istituire, inoltre, il senso unico per i bus ed i mezzi di grandi dimensioni che accedono alla Penisola.
Nel mentre verificare, con il concerto dei comandi della Polizia municipale, un senso unico con pista ciclabile da Meta a Sorrento.

13 Misure per sostenere la rinascita e la sistemazione dei terreni agricoli in collaborazione con Coldiretti con la previsione di fondi ad hoc, per proprietari o conduttori, che realizzano interventi di ingegneria ambientale.

14 Definire un articolato programma di educazione ambientale con la collaborazione delle associazioni ambientaliste e delle scuole. In tale ambito, prevedere un calendario riservato alle “giornate ecologiche” per promuovere, specie verso le nuove generazioni, una maggiore sensibilità alla cura e tutela della natura