Sagristani: “Sant’agnello viene prima di tutto…ecco perchè non mi candido!”

Stampa

di Piergiorgio Sagristani*

sagristani1S. Agnello viene prima di tutto e per questa ragione ho deciso di non presentare la mia candidatura alle prossime elezioni regionali, nonostante  la richiesta e le sollecitazioni che mi sono giunte sia da partiti del centro destra, sia da quelli del centro sinistra. La legge stabilisce una incompatibilità tra il ruolo di sindaco e quello di consigliere regionale. In passato alcuni colleghi hanno utilizzato l’espediente della rimozione dalla carica a seguito di una contestazione amministrativa, spesso più formale che sostanziale, per lasciare il ruolo con la possibilità di rientrare in caso di un esito negativo del voto.

Non ricorro a queste furbate, sono e sarò sempre quello che i cittadini hanno conosciuto: una persona che ci mette la faccia e si assume le proprie responsabilità.  Pertanto, non intendo lasciare il ruolo di sindaco in una fase delicata ed importante nella programmazione comunale. Tante le opere pubbliche che stanno per essere avviate: dalla nuova scuola media, al restyling del rione Cappuccini e del palazzo Diaz, approdo turistico alla Marina di Cassano, manutenzione strade comunali e via Crawford, fino alla costruzione dell’Ospedale Unico della Penisola sorrentina.
Quest’ultima, importantissima opera, è quantomai necessaria per rilanciare la sanità sul nostro territorio con servizi di eccellenza ed attrezzature all’avanguardia. L’intervento è in capo alla Soresa, società della Regione Campania, ma ricade sul nostro territorio e pertanto richiede un continuo interfaccia con il Comune ed i suoi uffici.

Tutto ciò non posso e non voglio lasciarli. Si tratta di assicurare un ulteriore salto di qualità al nostro Comune, ai nostri concittadini ed a tutta la Penisola sorrentina.
Questa decisione che assumo è stata condivisa mediante una consultazione con i consiglieri che sostengono la mia Amministrazione ed i tanti amici presenti nei vari Comuni della Penisola sorrentina.
Ma i miei impegni rispetto al prossimo voto regionale non si esauriscono in una vaga dichiarazione d’intenti. Ho intenzione, insieme ai miei amici e sostenitori, di prendere una posizione chiara, alla luce del sole e con adeguate motivazioni a supporto di una specifica indicazione di voto. Lo devo a questo territorio, alla mia comunità ed ai miei sostenitori che mi hanno sempre gratificato della loro attenzione e che meritano chiarezza e trasparenza.

* Sindaco di Sant’Agnello