Bicentenario del Comune di Meta, le felicitazioni di Raffaele Lauro cittadino onorario

Stampa

di Raffaele Lauro

lauro-con-tito-768x511“Signor Sindaco, carissimo Giuseppe, in occasione della cerimonia celebrativa del 200mo anniversario dell’autonomia amministrativa del Comune di Meta, desidero farTi pervenire le mie più vive felicitazioni per questa significativa ricorrenza e, per il Tuo autorevole tramite, a tutti gli amministratori comunali, del presente e del passato, che avranno il privilegio di prendere parte allo storico evento. Vi partecipo, in spirito, da cittadino onorario, con personale fierezza e con sentimenti di riconoscenza, nella consapevolezza di essere stato chiamato a far parte di una comunità straordinaria, come quella metese, così ricca di storia civile e di fervida operosità, nonché di indimenticabili personalità, che l’hanno illustrata nella cultura, nell’arte e nel loro diuturno lavoro, per terra e per mare (contadini, artigiani, commercianti, maestri d’ascia, ingegneri navali, mozzi, marinai, nocchieri e comandanti di navi).

Mi inchino riverente, in questo giorno felice, alla memoria di quanti, lontani da Meta, nell’adempimento del loro dovere, hanno sacrificato la loro vita, nel ricordo della loro bella terra natia e delle loro sentite tradizioni, anche religiose, legate al culto millenario di Santa Maria del Lauro. La scienza della navigazione marittima deve molto, anzi moltissimo, a questi ‘eroi del mare’, che hanno reso il loro paese famoso nel mondo. Sono certo, Signor Sindaco, che questa memorabile epopea di amore patrio, di dedizione e di sacrificio sarà custodita, come sacra, nel futuro, rendendo così le giovani generazioni legittimamente orgogliose della loro appartenenza cittadina e sicure continuatrici delle virtù degli avi”.