PD Piano di Sorrento, Ferraro confermato segretario. Nel direttivo anche la moglie del Sindaco

Stampa
Salvatore Ferraro e Antonio D'Aniello

Salvatore Ferraro e Antonio D’Aniello

PIANO DI SORRENTO – Week-end di mobilitazione per il Partito Democratico che, non solo a Piano di Sorrento, ha indetto le assemblee di circolo per rinnovare gli organismi dirigenti e scegliere i delegati all’assise provinciale che dovrà eleggere il nuovo segretario provinciale per mettersi alle spalle la stagione commissariale. Salvatore Ferraro, segretario cittadino uscente, è stato rieletto all’unanimità alla guida del circolo carottese per il triennio 2020-2022 e con lui il nuovo direttivo composto da: Antonio D’Aniello (consigliere comunale), Filippo la Porta, Francesco De Martino, Antonia Fontana, Cristina D’Esposito e Carla del Conte.

Maria Laura Gargiulo

Maria Laura Gargiulo

Confermata anche la linea politica di Ferraro che ha portato il PD col consigliere D’Aniello fuori dalla maggioranza “Piano nel Cuore” del sindaco Vincenzo Iaccarino. Nel 2016 però oltre a D’Aniello fu eletta in consiglio anche la dottoressa Maria Laura Gargiulo. Quest’ultima però non ha condiviso la scelta del partito di passare all’opposizione ed è rimasta in maggioranza rivendicando la coerenza della propria decisione rispetto al voto degli elettori e l’efficacia dell’azione amministrativa intrapresa dall’Amministrazione con tanto di avallo della segreteria provinciale Pd dell’epoca.

Nella fase pre-assembleare si è svolto il tesseramento che ha visto l’adesione, tra gli altri, di Cristina D’Esposito, moglie del sindaco Iaccarino e neo componente dell’organismo dirigente locale, e della stessa consigliera Gargiulo la cui iscrizione però è stata impugnata dal circolo che non la riteneva compatibile con gli indirizzi del partito locale. Dal Provinciale di Napoli però è giunto l’input a rilasciare la tessera alla consigliera Gargiulo (che l’aveva regolarmente sottoscritta), ma la querelle è destinata ancora a tenere banco perchè Ferraro sembrerebbe intenzionato a ricorrere alla commissione di garanzia per far decadere la Gargiulo dall’iscrizione al PD di Piano.