Giovanna Staiano in prima linea alla “Leopolda” di Matteo Renzi

Stampa
giovanna-staiano

Giovanna Staiano con Roberto Giacchetti

E’ senza dubbio lei, Giovanna Staiano, vice sindaco di Massa Lubrense, la punta avanzata di Italia Viva nella Penisola Sorrentina e partecipa alla “Leopolda” inaugurata ieri in pompa magna dall’ex segretario del PD ed ex premier Matteo Renzi. File chilometriche per accedere all’area del meeting con tantissime persone che hanno dovuto rinunciarvi.

Fila per entrare alla Leopolda

Fila per entrare alla Leopolda

La Staiano è da molti considerata in pole position per una candidatura a sindaco alle amministrative di Massa Lubrense del prossimo anno. Intanto si si sta riposizionando sullo scenario politico locale e regionale in virtù del forte legame instaurato con Maria Elena Boschi, alter ego di Renzi e numero due di Italia Viva. Alle prossime elezioni politiche, quando Italia Viva scenderà in campo, alla Staiano sarà riservato un “posto blindato” in lista per un seggio in Parlamento. Nel PD peninsulare c’è una certa tensione per altri possibili “abbandoni” di iscritti in procinto di passare con Renzi. A Meta l’ex segretario Paolo Trapani e il consigliere comunale Tony Cocorullo hanno aderito a Italia Viva e altre adesioni sono in arrivo mentre il circolo è “commsisariato” per il tesseramento cui sovrintende il consigliere comunale di Piano di Sorrento Antonio D’Aniello.  A Sorrento l’ex consigliere Rosario Fiorentino ha aderito a Italia Nuova partecipando alla 10° Leopolda.