Crisi di governo: ma Salvini&Soci si devono dimettere prima del dibattito sulla sfiducia!

Stampa

matteo-salviniCom’è possibile che a tutt’oggi, dopo l’annuncio della fine dell’alleanza col M5Stelle e la sfiducia al Premier Giuseppe Conte, il leader leghista Matteo Salvini e la sua delegazione al governo restino letteralmente incollati alle proprie poltrone? E’ un’altra anomalia di questa crisi ferragostana, una crisi social perchè giocata prevalentemente così, perchè all’annuncio della fine dell’alleanza, coerenza e costume vorrebbero che tutta la delegazione ministeriale della Lega rassegnasse le proprie dimissioni.  E’ pensabile che Salvini e i suoi Ministri restino in sella per discutere in Senato la sfiducia a Conte e poi votargliela restando in carica? Sarebbe un voto contro anche sè stessi e stupisce che nessuno fino a questo momento gli abbia chiesto di rassegnare le dimissioni. Logica e prassi chiedono questo passaggio istituzionale e politico, perchè non è concepibile restare in carica in un governo di cui si chiedono le dimissioni per andare alle elezioni anticipate!