Meta, è Rosanna Testa la vice di Giuseppe Tito

Stampa
Giuseppe Tito

Giuseppe Tito

Rosanna Testa

Rosanna Testa

META – Il Sindaco del Popolo Giuseppe Tito ha deciso: Rosanna Testa è la sua vice nominata in mattinata prima del consiglio comunale di insediamento in programma stasera. Uno schiaffo in faccia a Miss Preferenze, Angela Aiello, che paga il prezzo di un exploit elettorale esagerato e le intemperanze mal celate contro il primo cittadino che sono affiarate in campagna elettorale convincendo Tito che la Aiello non poteva essere persona di sua fiducia e occupare la poltrona di vice sindaco.

Graziano Maresca

Graziano Maresca

Dopo lo schiaffo all’ing. Graziano Maresca che non è mai stato in partita per una nomina extra-consiglio, è stata la volta della Aiello di subire la “vendetta” del Sindaco che non si è scomposto più di tanto di fronte alle veementi insistenze con cui Pasquale Cacace, Massimo Starita e Roberto Porzio hanno cercato di convincerlo a nominare la Aiello. Tito invece ha chiuso le porte e ha nominato la moglie dell’ex presidente del consiglio comunale, Rosanna Testa, che segna una discontinuità con la passata amministrazione mettendo per il momento all’angolo la Aiello che ha inghiottito amaro e seppur tentata di rifiutare la nomina assessoriale, è rimasta al suo posto pur di non perdere anche la poltrona in giunta. Cova vendetta per l’affronto subito, ma per il momento non hanno sortito effetto neanche gli appelli ufficiosi rivolti all’Opposizione per accrescere la forza contrattuale. Tito non è uno sporvveduto ed avrà avuto le sue nuonissime ragioni per preferire la Testa all’Aiello. Se ne saprà qualcosa in più nei prossimi giorni quando il fronte dissidente interno alla maggioranza potrebbe farsi sentire e tentare una contromossa.