Emergenza viabilità sulla statale sorrentina, il sindaco Cuomo scrive al Prefetto

Stampa
Giuseppe Cuomo

Giuseppe Cuomo

SORRENTO – E’ stato un venerdì infernale per gli automobilisti che si sono ritrovati con l’interruzione del traffico per i lavori di manutenzione ordinaria sul ponte del fiume Sarno all’imbocco del casello autostradale e all’interdizione al transito nelle ore notturne (dalle 21.30 alle 6.30) fino al 24 maggio per i lavori sul viadotto San Marco. Nessun preavviso e traffico in tilt dalle prime ore della mattinata tanto che il Sindaco Giuseppe Cuomo, partito di buon’ora da Sorrento per recarsi a Roma per partecipare alla cerimonia di consegna delle bandiere blu, ha constatato l’ingorgo crescente e immediatamente ha allertato il Prefetto per chiedere un incontro. Purtroppo l’esito non è stato quello atteso e per la Penisola Sorrentina, ma anche per la Città di Castellammare di Stabia e dintorni, si prospettano 3 settimane di paralisi.LA LETTERA DEL SINDACO CUOMO AL PREGETTO DI NAPOLI

Il sindaco di Sorrento, Giuseppe Cuomo, ha scritto stamani una lettera al Prefetto di Napoli, per protestare contro la nuova chiusura al traffico del viadotto San Marco, a Castellammare di Stabia, disposto per lavori dall’Anas. Una situazione che sta creando non poche difficoltà alla viabilità, a stagione turistica già iniziata.  L’ordinanza prevede lo stop ad auto e moto tra lo svincolo dell’Ospedale San Leonardo e quello di Villa Cimmino, fino al 24 maggio, nella fascia oraria compresa tra le ore 21.30 e le ore 6.30, ad eccezione del sabato e della domenica. L’interdizione al transito, inoltre, è estesa anche alla fascia oraria tra le ore 16 e le ore 21.30 per i veicoli che trasportano merci con massa complessiva superiore a 7,5 tonnellate.
Ad aggravare la situazione, i lavori di manutenzione ordinaria del ponte sul fiume Sarno, ad opera di Autostrade Meridionali, che ha disposto lungo la Napoli-Pompei-Salerno la chiusura dello svincolo esterno di uscita della stazione di Castellammare di Stabia, in direzione della penisola sorrentina.

“Lavori che comportano gravissimi danni e ripercussioni per la viabilità e l’economia locale, oltre che insopportabili disagi per cittadini, imprenditori e comunità dell’area sorrentino-stabiese – sottolinea il sindaco Cuomo – Sconcertato, rilevo che gli interventi sono iniziati a ridosso di un ponte festivo ed in piena stagione turistica. Una decisione senza senso e particolarmente grave, perché venutasi a determinare senza alcun coinvolgimento delle autorità che rappresentano le popolazioni in ambito territoriale”.
“La contemporanea chiusura del viadotto San Marco e del raccordo autostradale verso Castellammare è semplicemente vergognosa – interviene il presidente di Federalberghi Penisola Sorrentina, Costanzo Iaccarino – È inaccettabile che simili provvedimenti vengano adottati senza alcun preavviso, senza un preventivo confronto con i rappresentanti delle categorie produttive e senza considerare le conseguenze per il territorio. Chiediamo l’immediato ripristino della normale viabilità perché la penisola sorrentina non può continuare a essere penalizzata da decisioni scellerate che non dovrebbero essere mai adottate durante la stagione turistica”.
Sulla stessa linea il presidente della Confcommercio Sorrento, Natale Attardi, che fa suo l’appello “ad intervenire con immediatezza, per porre rimedio ad una situazione che determinerà incalcolabili danni all’intero comprensorio”.

FALLITO IL VERTICE IN PREFETTURA

Il vertice sui trasporti, convocato d’urgenza dalla Prefettura di Napoli, anche su richiesta del Comune di Sorrento, si è concluso con un nulla di fatto.
A niente sono valse le proteste del sindaco Giuseppe Cuomo contro la contemporanea chiusura al traffico del viadotto San Marco, disposta per lavori dall’Anas, e dello svincolo esterno di uscita della stazione di Castellammare di Stabia, ad opera di Autostrade Meridionali: i due dispositivi sono destinati a rimanere in vigore nonostante i gravi disagi provocati già nella giornata di oggi.
“Resta lo sconcerto per un provvedimento assunto da Autostrade Meridionali a ridosso di un periodo di festività e senza la preventiva consultazione degli enti locali e degli operatori – commenta il sindaco Giuseppe Cuomo – Si tratta di interventi che potevano essere effettuati nella stagione invernale, con minore impatto e disagi sulla circolazione, sulla vita dei cittadini e sull’economia locale”.
«È inconcepibile che certe scellerate decisioni vengano adottate senza sondare i rappresentanti delle amministrazioni comunali e delle categorie produttive – sottolinea Costanzo Iaccarino, presidente di Federalberghi Penisola Sorrentina – Ed è altrettanto assurdo che vengano sistematicamente sacrificate le esigenze di un comparto, come quello turistico, che rappresenta una voce importante per l’economia regionale in termini sia di posti di lavoro che ricchezza prodotta. I responsabili del caos lungo la statale 145 Sorrentina, frutto di un dilettantismo imbarazzante e di una superficialità senza precedenti, dovrebbero rassegnare immediatamente le proprie dimissioni. Regione e Governo intervengano immediatamente per rimediare allo scempio».