I 5 Stelle partono dal mare per rilanciare Meta. Salvatore Mare consulente di Toninelli

Stampa
Domenico Lusciano, Luigi Grillo, Virginia La Mura

Domenico Lusciano, Luigi Grillo, Virginia La Mura

META – Alla spiaggia del Resegone si sono riuniti gli Stati Maggiori del Movimento 5 Stelle peninsulare insieme ai Parlamentari sopraggiunti in forze per presentare il candidato sindaco alle amministrative Domenico Lusciano e fare il punto sulle politiche nazionali e di governo intraprese dai più autorevoli esponenti del Movimento. Si parte dalla spiaggia perchè la componente ambientale del programma elettorale è preponderante, spiega Lusciano, e da esso dipendono le altre scelte amministrative che devono conciliarsi con questa visione e questo progetto per Meta e per la Penisola Sorrentina.

Sul mare il Movimento intende giocare una partita fondamentale, evidenziano le Parlamentari Virginia La Mura e Carmen Di Lauro entrambe in prima linea su questo fronte: la prima in stretto raccordo col Ministro dell’Ambiente Costa che dovrà occuparsi della questione Depuratore e degli scarichi fognari dopo che il Presidente della Gori ha spiegato che non ci sono programmi per eliminare lo scarico realizzato per sopperire alle emergenze del troppo pieno in caso di chiusura dell’impianto con la conseguenza che i liquami finiscono direttamente in mare. Insieme all’emergenza-Sarno quello della depurazione sorrentina sarà una priorità per il Movimento e la stessa Di Lauro auspica che i lidi metesi non facciano la fine di quelli stabiesi dove non ci si può immergere per l’inquinamento e di cui non ci si occupa per un recupero reale. Che non succeda anche a Meta, è l’appello della Di Lauro, che si sofferma anche sull’operazione “Villa Giuseppina” finita alla ribalta delle cronache parlamentari per la sua interrogazione che ha acceso i riflettori sulla trasformazione della residenza da museo del mare, come programmato nella precedente amministrazione comunale, in un B&B di lusso.

dav

Salvatore Mare e Rosario Lotito

Insomma il Movimento manterrà alto il livello di attenzione sulla questione per tutelare gli interessi dei Cittadini. L’impegno dei “portavoce” territoriali viene sottolineato ripetutamente e l’On. La Mura annuncia che il consigliere di Piano di Sorrento, Salvatore Mare, sta collaborando direttamente col Ministro Toninelli per riscrivere la legge nazionale sui marittimi vista la competenza che Mare vanta nel settore. La giornata si conclude con un giro in barca nelle acque della marina che diventa anche un sopralluogo tecnico su cui l’On. La Mura riferirà direttamente al Ministro Costa. Il Sen. Luigi Gallo annuncia che l’11 maggio tornerà di nuovo a Meta per parlare di giovani, imprese e risorse finanziarie ma invita i presenti a non preoccuparsi del PIL “...perchè non dev’essere quello il metro di valutazione della crescita del Paese… piuttosto dello stato di benessere delle persone, della qualità della vita, della serenità…“.

Un programma ambientale che oltre ai temi del mare si sofferma su quello dell’inquinamento atmosferico e sulla necessità di ridurre l’impatto del traffico automobilistico sul territorio. Nessuno spiega, però, dove il Movimento intende realizzare i due mega-parcheggi di interscambio previsti nel loro programma e che evidentemente un po’ stridono con il richiamato principio della tutela dei suoli. Nessun riferimento alle questioni politico-amministrative metesi nè tantomeno al sindaco Giuseppe Tito, ma solo l’invito agli elettori a non lasciarsi suggestionare da promesse che vanno contro gli interessi generali privilegiando quelli individuali. Alla fine l’obiettivo realistico del M5Stelle appare quello di riuscire a strappare il quorum per aggiudicarsi il seggio di Lusciano nel nuovo consiglio comunale dando così seguito alla crescita di rappresentanza dei 5 Stelle nei centri della Costiera sorrentina.