Meta alle urne, entro domani a mezzogiorno le liste

Stampa
comunali 2019

Meta Comunali 2019

META – Da stamattina alle 9 è iniziato il conto alla rovescia per la presentazione delle liste che correranno alle amministrative del 26 Maggio. A meno di clamorose, quanto impreviste, sorprese saranno in tre gli schieramenti a confrontarsi nelle urne. La Lista “Patto per Meta – Tito Sindaco” del primo cittadino uscente Giuseppe Tito e accreditato per una conferma in grande stile; la lista “Un’altra Meta c’è” frutto di un accordo dell’ultimo minuto tra i due leader Tony Cocurullo e Antonino Russo, con il primo candidato sindaco e che sancisce un’intesa tra il PD del circolo diretto da Paolo Trapani e l’area di centro-destra che fa riferimento a Bruno Antonelli&Co guidata da Russo.

Infine il Movimento 5 Stelle che candida sindaco il prof. Domenico Lusciano. Confermato il ritiro dalla scena elettorale dell’uscente Susanna Barba che ha spiegato le ragioni della decisione con una lunga nota sul suo blog ripresa dalla stampa e da altri siti online. Tra gli uscenti di maggioranza spicca il ritiro di Michele Castellano, presidente del consiglio comunale, sostituito però dalla moglie Rosanna Testa che per il passato è stata già vice sindaco di Meta ed è la più accreditata per andare a occupare la stessa poltrona nel futuro esecutivo del Tito-bis. Tra gli altri “ritiri eccellenti” dalla scena politica metese si annoverano quelli di Antonella Viggiano, Laura Attardi, Francesco Pane, Bruno Antonelli. Nella lista di Tito è invece candidata Wanda Sposito, nipote dell’ex consigliera Viggiano. Ci sono invece ritorni eccellenti, sempre nella lista di Tito: Raffaele Mormile, Augusto Ercolano e Corrado Soldatini per cui la competizione interna per le preferenze si prospetta molto serrata.