Regione Campania, è illegittimo trasformare il Conservatorio delle Grazie in una struttura turistica

Stampa
Conservatorio S.M. delle Grazie

Conservatorio S.M. delle Grazie

Hanno avuto ragione ad opporsi alla deliberazione col quale il CdA della Fondazione Conservatorio Santa Maria delle Grazie ha concesso l’autorizzazionea un privato di trasformare parte del complesso monumentale in una struttura ricettiva turistica scatenando la forte reazione dell’ex consigliere di opposizione Marco Fiorentino e del Movimento 5 Stelle. L’atto adottato dal CdA in difformità da quanto previsto nello statuto della Fondazione è diventato oggetto di un’interrogazione regionale da parte del Movimento che ha centrato l’obiettivo con la nota che ne annulla la validità e rimette in discussione l’iniziativa tanto contestata di trasformare una vasta parte del Conservatorio in una specie di B&B.

Rispondendo all’interrogazione presentata dai Consiglieri pentastellati Maria Muscarà e Tommaso Malerba,  la Regione ha tra l’altro precisato: “…considerando che la UOD 50 12 03, venuta a conoscenza della illegittimità della delibera n°7 del 03/10/2016, ha provveduto, nel rispetto delle norme di legge e del regolamento, ad attivare ad horas le procedure di controllo chiedendo al responsabile legale della fondazione, a mezzo raccomandata, chiarimenti in merito alla mancanza di legittimità della delibera n°7 del 03/10/2016 posta in essere senza i requisiti di cui all’articolo 25 c.2 lett.b dello statuto vigente della fondazione, al fine di consentire la rimozione degli elementi di illegittimità, se posti essere“. Sicuramente una doccia fredda per la Fondazione senza considerare che le contestazioni regolamentari e urbanistiche formulate rappresentano sempre una spada di damocle sulla testa del CdA e dell’operatore economico che, a questo punto, è privo di titolo ad occupare e utilizzare la struttura. Un problema di non poco conto che può aprire nuovi scenari su quest’operazione tanto contestata anche rispetto a quelle che erano state le volontà testamentarie della nobildonna Berbardina Donnorso. La destinazione turistica non è contemplata tra le attività cbe si possono svolgere nella struttura per cui l’intera operazione è risultata sbagliata.