Diciotto anni dopo a Meta riapre l’Ufficio Locale Marittino

Stampa
Giuseppe Tito

Giuseppe Tito

Ivan Savarese

Ivan Savarese

META – Sarà inaugurato doman, mercoledì 6 marzo alle 10.30, il nuovo ufficio locale marittimo. La struttura troverà spazio al piano terra dell’edificio comunale sito al civico 67 di via del Lauro e riaprirà al pubblico dopo 18 anni, periodo durate il quale i servizi offerti dalla Guardia Costiera sono stati accentrati presso la Delegazione di spiaggia di Vico Equense. Al comando del nuovo ufficio, compreso nel Compartimento marittimo di Castellammare di Stabia, è stato designato il luogotenente Marco Caputo proveniente dalla Capitaneria di Porto di Napoli. Il comandante vanta 35 anni di servizio durante i quali ha ottenuto numerosi encomi per i risultati conseguiti e a Meta potrà avvalersi della collaborazione dei sottocapi Ciro Savasti e Mariano Cinque.

Principali compiti dell’ufficio saranno salvaguardia delle vite umane in mare, prevenzione e repressione dei reati, contrasto di fenomeni di inquinamento, controllo sulla filiera della pesca, ispezioni sulle navi mercantili, gestione dei marittimi e disbrigo delle pratiche amministrative legate all’ufficio Gente di Mare.
«Dopo 18 anni restituiamo a Meta e ai metesi un fondamentale presidio di legalità – sottolinea il sindaco Giuseppe TitoLa riapertura dell’ufficio locale marittimo è in linea con i propositi di un’amministrazione comunale che nel mare e nelle attività connesse riconosce un’opportunità di sviluppo economico, salvaguardia dell’ambiente e tutela di antiche tradizioni». «L’ufficio locale marittimo di Meta offrirà maggiori garanzie per l’ordine pubblico – aggiunge il capitano di fregata Ivan Savarese, capo del Compartimento marittimo di Castellammare di Stabia – La presenza di personale appartenente al Corpo delle Capitanerie di Porto, in una cittadina priva di un presidio di altre forze dell’ordine, rappresenterà un baluardo di legalità pronto a operare in sinergia con la polizia locale».
All’inaugurazione dell’ufficio prenderanno parte il sindaco Tito, il direttore marittimo della Campania, contrammiraglio Pietro Giuseppe Vella e il capo del Compartimento marittimo di Castellammare di Stabia, capitano di fregata Ivan Savarese. A benedire i locali sarà don Francesco Guadagnuolo. Madrine dell’evento la dottoressa Maria Saturno, compagna del comandante Savarese, e la signora Nicolina Pecchia, moglie del luogotenente Caputo.