Sorrento, Paolo Esposito subentra in consiglio comunale a Marco Fiorentino

Stampa
Paolo Esposito

Paolo Esposito

SORRENTO – E’ l’imprenditore-ristoratore Paolo Esposito il nuovo consigliere comunale subentrato al posto di Marco Fiorentino dichiarato decaduto per le note vicende legate al contenzioso con il Comune (vicenda primo maggio 2007). Come si è giunti alla “promozione” di Esposito? Ci sono state due rinunce tra i candidati delle liste a sostegno di Fiorentino. Il primo a dire no è stato Franco Russo, manager alberghiero, per ragioni legate ai suoi impegni lavorativi. A seguire la docente Annalisa Pecoraro che ha declinato l’invito evidenziando che “...non ricorrono a mio avviso le condizioni per un impegno del genere quando ormai siamo a fine consiliatura e dopotutto quello che è stato fatto per ottenere la decadenza di Fiorentino! La mia rinuncia è anche un atto di solidarietà nei confronti di Marco e la disponibilità a lavorare per il futuro perchè Sorrento ha bisogno di un cambio di passo, assolutamente“.

Paolo Esposito è un volto noto non solo a Sorrento e appena qualche giorno fa è stato nominato responsabile cittadino dell’Associazione “I Cittadini contro le mafie” a conferma della volontà di testimoniare in prima persona la necessità di imprimere una svolta concreta nella politica cittadina. Ristoratore d’eccellenza e titolare del Ristorante-Museo “Caruso” nel cuore del centro storico, Esposito vanta una plurideccenale esperienza nel settore dell’ospitalità ristorativa e della cucina di qualità ed è stato l’antesignano del salto di qualità nell’offerta turistica locale puntando in primis sulla qualificazione degli addetti ai lavori. “E’ mia intenzione svolgere un’azione di forte sensibilizzazione nei confronti dell’Amministrazione sul fronte dell’offerta turistica locale rispetto alle tantissimi problematiche che viviamo e che stanno trasformando la città sotto lo sguardo quasi indifferente degli amministratori – spiega il neo consigliereServe un cambiamento deciso e decisivo per cui insieme agli altri colleghi di gruppo darò il mio contributo per Sorrento fino al termine della consiliatura in linea con il programma amministrativo presentato dalla nostra coalizione e rinnovando la mia stima e la mia amicizia con Marco Fiorentino la cui vicenda non è assolutamente conclusa e che mi auguro possa finalmente essere chiarita rispetto alle decisioni assunte dal Consiglio. Accolgo con entusiasmo questa opportunità per un’esperienza che mi auguro possa essere apprezzata e sostenuta dai Sorrentini “.