Sorrento, Paolo Esposito lascia il ristorante e diventa responsabile di “I Cittadini contro le Mafie”

Stampa

turri-esposito-fiorentinoSORRENTO – Il ristoratore Paolo Esposito, patròn del rinmato locale a livello internzionale “Caruso“, è il nuovo responsabile sorrentino dell’Associazione Nazionale I Cittadini contro le Mafie. E’ stato nominato oggi in occasione dell’incontro svoltosi a Sorrento con Antonio Turri, Presidente Nazionale ed ex commissario di Polizia, oggi avvocato penalista, e Rosario Fiorentino responsabile regionale da sempre punto di riferimento per le attività di contrasto alla malapolitica e all’illegalità anche nella pubblica amministrazione.

Esposito nei giorni scorsi ha annunciato di aver deciso di mettere in vendita il proprio locale, ubicato nel cuore del centro storico di Sorrento, stanto di dover subire “vessazioni” forse dovute anche alla sua scelta di candidarsi alle elezioni comunali. A farlo decidere anche l’insostenibilità di una situazione che dura da 10 anni: dover ospitare gratuitamente nel suo locale oltre 200 persone l’anno in occasione di eventi e manifestazioni pubbliche. Ha deciso di dire basta e uscire dal giro nonostante vanti una plurideccenale esperienza e un nome nel settore sinonimo di qualità, professionalità, eccellenza a tavolo e nell’ospitalità. la decisione di mettersi al servizio dei cittadini con l’Associazione contro le mafie dà il via a una nuova stagione di impegno per l’imprenditore sorrentino che spegnerà i fornelli del suo locale con grave danno d’immagine per la Città di Sorrento.