Domenica 3 Marzo “primarie Pd”: in Costiera la sfida è tra le donne candidate

Stampa
Stefania Astarita

Stefania Astarita

Angela Aiello

Angela Aiello

Quando l’hanno scelta la data del 3 marzo per svolgere le primarie nazionali quelli del PD non pensavano alla coincidenza con la domenica di carnevale. Invece la conta dei voti, con seggi aperti dalle 8 alle 20, coinciderà con l’Italia alle prese con le feste in maschera. Un modo forse per esorcizzare l’esito di una consultazione dove la partita tra Zingaretti e Martina potrebbe rivelarsi una “resa dei conti” tra le ruppe renziane e l’altra parte del PD decisa a recidere il cordono ombelicale con l’ex segretario e l’ex premier.

Nei Comuni della Penisola Sorrentina si voterà nelle location che si stanno allestendo, ma che non sono ancora state comunicate. Sicuramente non saranno primarie di circostanza visto che in Penisola sono ben due, ed entrambe di Meta, le candidate per l’Assemblea Nazionale: Stefania Astarita, numero due della lista “Con il lavoro per Zingaretti“; Angela Aiello, numero 3 nella lista “Fianco a fianco Martina Segretario“. Entrambe candidate nel collegio di Torre del Greco che comprende anche i Comuni della Penisola Sorrentina. Una sfida per raggranellare i consensi utili a far scattare il quorum e che potrebbe essere un assaggio dell’imminente campagna elettorale amministrativa dove le due esponenti Dem saranno certamente protagoniste. Meta ancora una volta diventa la piazza più calda per il PD con tutte le contraddizioni che lo animano e che hanno scandito il trascorrere della consiliatura. Si prospetta una riedizione delle elezioni di cinque anni fa con un PD avversario del sindaco PD e di alcuni esponenti di peso dello stesso partito e dell’Amministrazione! Non a caso il partito ha lanciato in pista Tony Cocurullo come possibile antagonista di Tito il quale però avrebbe comunque avviato un confronto riservato con lo stesso segretario Paolo Trapani per capire se ci sono margini per ricomporre la frattura e correre uniti.