Piano di Sorrento, conferenza stampa del Sindaco Iaccarino: nuova scuola e Ponte Orazio

Stampa
dav

dav

PIANO DI SORRENTO – Il Sindaco Vincenzo Iaccarino ha deciso di convocare la stampa per annunciare alcuni atti importanti approvati dalla Giunta e che segnano la svolta già annunciata per la seconda parte della consiliatura. Col primo cittadino l’Assessore alla Civilità Urbana Sergio Ponticorvo, l’Assessore Carmela Cilento, la consigliera Teresa Cappiello e il neo responsabile dell’UTC LL.PP. Francesco Saverio Cannavale che hanno illustrato le delibere adottate in materia di edilizia scolastica e restyling del Ponte Orazio.

NUOVA SCUOLA A VIA CARLO AMALFI

“Si tratta di problematiche su cui sono state assunte formali decisioni da parte della Giunta per cui abbiamo deciso di darne adeguata informazione alla cittadinanza perché ci mettiamo la faccia come Amministrazione e lavoriamo ininterrottamente per raggiungere gli obbiettivi…” esordisce Iaccarino.  Il primo provvedimento adottato riguarda l’impiego del contributo di 100mila euro assegnati dal Governo ai Comuni (fino a 20mila abitanti) per la realizzazione di investimenti per la messa in sicurezza di scuole, strade, edifici pubblici e patrimonio comunale. La scelta dell’Amministrazione è caduta sulla Scuola Media Statale “G. Amalfi” plesso di Via Ciampa per realizzare l’adeguamento impiantistico-strutturale ai fini della prevenzione antincendio. Un intervento che dovrà necessariamente avere inizio entro il 15 maggio prossimo pena la revoca del finanziamento.
Il secondo provvedimento riguarda la ricostruzione della Scuola Elementare di Via Carlo Amalfi chiusa da oltre un decennio e divenuta praticamente inagibile. La Giunta ha preso atto dello studio di fattibilità tecnica ed economica del nuovo Istituto Comprensivo Scolastico di Via Carlo Amalfi il cui costo complessivo è pari a 13mln e 345mila euro.

Il progetto del nuovo Istituto Scolastico è stato depositato al Comune nel luglio dell’anno scorso da parte del gruppo di progettazione incaricato e composto dall’arch. Pasquale Miano (capogruppo) e dagli arch. Eugenio Certosino, Giuseppe Ruocco, Bruna Di Palma, Felice De Silva e dall’ing. Giampiero Rasulo. Il costo dell’opera è di €uro 13.345.000,00 suddivisa in n.2 lotti funzionali. Il primo lotto, del costo di circa 4 mln di euro, sarà esecutivo entro fine marzo e candidato per finanziamento alla Città Metropolitana di Napoli. Consentirà, tra l’altro, la creazione di due ambienti (palestra e auditorium) che potranno esser utilizzati e fruiti anche dall’intera cittadinanza quale luoghi di aggregazione e attrattore socio-colturale in un’ottica di riqualificazione del territorio. Il progetto esecutivo sarà pronto entro fine marzo per partecipare all’assegnazione dei fondi, ad aprile, da parte della Città Metropolitana di Napoli.
II 2° lotto riguarda l’intervento di realizzazione del corpo aule del nuovo Istituto Comprensivo per un importo di €uro 9.370.000,00. L’opera è subordinata all’approvazione di una variante allo strumento urbanistico vigente (ai sensi della legge regionale 16/2004 e del relativo regolamento di attuazione N.5/2011).

VIA PONTE ORAZIO

Iaccarino ha spiegato che c’è stato un ulteriore incontro con la Regione per definire le modalità di intervento nell’area sulla base del progetto di costo pari a 1 mln di euro esclusi i 150mila erogati in somma urgenza dalla Regione per sopralluoghi, verifiche, messa in sicurezza dell’area. “Oggi disponiamo del quadro esatto dell’intervento, del conto economico e possiamo procedere con la progettazione esecutiva entro fine marzo per scegliere la fonte di finanziamento più appropriata. “Possiamo assumere un mutuo direttamente noi e quindi procedere speditamente con la gara di appalto una volte espletate tutte le formalità. Oppure possiamo candidare il progetto per il finanziamento da parte della Città Metropolitana di Napoli ad aprile: si tratta di due strade utili per cui non escludiamo nessuna delle due per risolvere definitivamente il problema”.

Con la devoluzione dei mutui, ovvero col recupero dei finanziamenti assunti nel corso degli anni da parte delle Amministrazioni, si procederà invece all’attuazione del grande piano di manutenzione urbana predisposto dall’Assessore Pasquale D’Aniello e che impegnerà circa 500mila euro con interventi che interesseranno oltre dieci strade del versante collinare di Piano. Insomma, come ha sottolineato l’arch. Cannavale, la macchina funziona a pieno regime e tra pochi giorni partiranno i lavori di Piazza Cota, quelli del Cimitero a conclusione dell’iter di affidamento dopo la gara svolta, la metanizzazione di altri 2 km di rete urbana.