Città Metropolitana, pioggia di finanziamenti in Costiera. Tito accontenta tutti

Stampa
Giuseppe Tito

Giuseppe Tito

Il Consigliere Metropolitano Giuseppe Tito con delega alle risorse strategiche ha centrato un altro obiettivo importante assicurando ai Comuni della Penisola Sorrentina (ma anche agli altri della provincia di Napoli) consistenti finanziamenti nei settori della raccolta differenziata e della gestione del servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti e in quello del verde pubblico. Linfa vitale per Amministrazioni che per realizzare certi interventi con i propri bilanci spesso sono costrette a stravolgere la programmazione.

Questa volta l’intervento della Città Metropolitana di Napoli presieduta dal Sindaco Luigi de Magistris si è rivelata una vera e propria manna dal cielo consentendo ai Comuni di inaugurare il 2019 con denaro fresco in cassa. Di seguito il dettaglio dei finanziamenti erogati ai vari Comuni:

Massa Lubrense: € 207.542,00
Sorrento: € 306.499,00
Sant’Agnello: € 80.279,00
Piano di Sorrento: € 253.000,00
Meta: € 110.000,00
Vico Equense: € 308.611,0

Ho fatto il mio dovere, come sempre, per riscontrare la fiducia accordatami dai colleghi Sindaci ed essere un reale riferimento per sviluppare tutte quelle politiche che hanno importanti ricadute sui territori – ha commentato Titocon de Magistris stiamo facendo un lavoro singificativo che sta dimostrando anche qual è la funzione della Città Metropolitana e non si tratta del primo intervento, ma solo dell’ultimo per questo 2018 mentre sono già a lavoro per il 2019 quando confido di dare risposte ancora più significative alle aspettative degli enti locali. I fondi sono stati erogati sulla base della popolazione residente in rapporto alle diverse tipologie di interventi per i quali sono state avanzate le richieste e credo che il risultato sia stato importante. Ora spetta ai Comuni investire nel modo giusto queste risorse e a tutti i Sindaci ripeto l’invito a essere operativi, a presentare le istanze per l’accesso alle diverse tipologie di finanziamenti anche in considerazione del fatto che la mia delega alle risorse strategiche ha una dotazione di 300mln di euro“.