A Sorrento politica in movimento…La “delusione” della De Angelis…usata e messa da parte!

Stampa
Maria Teresa De Angelis

Maria Teresa De Angelis

SORRENTO – Forse il panettone non lo mangeranno davvero, ma apprendere dalle pagine di Agorà che il Sindaco ha deciso di estrometterli in blocco dalla Giunta ha lasciato molto amaro in bocca agli Assessori della Giunta-Cuomo. In primis a Maria Teresa De Angelis, vice sindaco, che davvero non se l’aspettava di ricevere il benservito dopo che proprio grazie alla sua nomina a vice sindaco il Cuomo è riuscito a togliersi le castagne dal fuoco e scongiurare una lotta intestina all’ultimo sangue tra i “pretendenti al trono“. La De Angelis è la signora della politica sorrentina che, oltre a catalizzare attorno alla sua figura un consistente e crescente consenso, non si sottrae a un impegno amministrativo quotidiano, sempre puntuale e cortese nel gestire le relazioni e a fungere da punto di equilibrio in una compagine di “poteri forti” prevalentemente impegnati a contendersi posti, spazi e carriere!

Marco Fiorentino

Marco Fiorentino

Lei e la collega Rachele Palomba nel leggere il giornale si sono scambiate uno sguardo denso di significati pensando all’unisono: “…così dev’essere se lo scrive Agorà!“. Ormai è chiaro anche a loro che Giuseppe Cuomo sta rimodulando la squadra amministrativa in funzione della prossima campagna elettorale e il suggerimento di mettere in stand by la De Angelis potrebbe trovare una spiegazione anche nel tentativo di raffreddare l’ambiente sorrentino che si sta muovendo intorno alla figura di Marco Fiorentino che, è opinione diffusa e crescente, potrebbe essere il solo in grado di risollevare le sorti e l’immagine della Città del Tasso. Forse anche questo timore sta spingendo Cuomo&Co a spingere sull’acceleratore per estromettere Fiorentino dal consiglio anche a costo di forzare la legge e di esporre l’intero civico consesso a possibili contestazioni e rivalse. Sono le elezioni del 2020 a dettare l’agenda di Cuomo deciso, secondo i bene informati, a giocarsi la carta della candidatura alle elezioni regionali per cui avrebbe ripreso i contatti anche con i vertici di Forza Italia per valutare la fattibilità della candidatura prima di optare per l’opzione Lega verso cui si sta muovendo una parte del tradizionale centro-destra sorrentino.

Franco Parlato

Franco Parlato

A confermare la questa versione dei fatti c’è anche l’estromissione dell’assessore tecnico Franco Parlato scelta che ha fatto ipotizzare un ritorno di fiamma tra Cuomo e Fiorentino che deve aver spaventato non poco gli alleati del Sindaco, in primis Il Ponte di Mariano Pontecorvo, che ancora oggi non ha indicato il proprio assessore dopo la “cacciata” di Mario Gargiulo da parte di Cuomo “indispettito” per la scelta del suo Assessore di sostenere il PD alle elezioni politiche.

Massimo Coppola

Massimo Coppola

Tutti con la valigia in mano, quindi, e dai meandri del palazzo trapela anche un’altra indiscrezione relativa a una possibile retrocessione anche di Massimo Coppola, il primo degli eletti che non ha mai nascosto l’ambizione di succedere a Cuomo alla scadenza del mandato, ma che resta un po’ estraneo allo stretto entourage del Sindaco che avrebbe chiesto di attuare questa specie di rivoluzione dell’esecutivo e di regolare i conti con Fiorentino. A saltare dovrebbe essere anche la poltrona del presidente del consiglio Stefano Marzuillo. A prenderne il posto sarà Luigi Di Prisco consigliere all’ambiente con consensi in crescita e pronto a indossare la casacca di presidente del civico consesso. La doppia uscita dall’esecuivo della De Angelis e della Palomba necessariamente dovrà tradursi nella nomina di altre due assessore, circostanza destinata a far luce sui reali intenti di Cuomo e sulle nuove alleanze. A questo punto per la De Angelis e per chiunque altro si tratta di “risvegliarsi da un sogno” durato forse troppo a lungo e di rimettersi in gioco avendo tutto il tempo per guardarsi attorno e fare le scelte più appropriate mancando quasi due anni alle elezioni amministrative.