L’ex Assessore Mario Gargiulo sempre in prima linea per il futuro di Sorrento

Stampa
Mario Gargiulo

Mario Gargiulo

Con un post pubblicato su facebook l’ex Assessore Mario Gargiulo ritorna sulla revoca della sua nomina ad assessore da parte del sindaco Giuseppe Cuomo con una specie di “manifesto” evidente preludio di un’iniziativa politico-elettorale. In effetti Gargiulo è diventato il punto di riferimento a Sorrento e in Penisola Sorrentina del Presidente del Gruppo PD in Regione Campania Mario Casillo che punta costruire una nuova identità alla rappresentanza territoriale del PD in grado di superare i tradizionali riferimenti locali, molti dei quali completamente dissoltisi nella recente campagna elettorale per le politiche.

IL POST-MANIFESTO DI MARIO GARGIULO

“Cari amici buona giornata a tutti, chi mi conosce sa che sono un uomo di azione e non sono molto prodigo di chiacchiere inutili, nemmeno scritte. Senza voler ricangare cose ormai vecchie, tutti sapete cosa è avvenuto a livello amministrativo, anche sé, ne io ne voi, a tutt’oggi abbiamo saputo “il vero perché”; sicuramente il mio iper attivismo dava fastidio poiché, forse, faceva emegere l’immobilismo o l’inefficienza di altri settori , ma tutto questo oramai non conta più nulla, come ho sempre fatto guarda avanti, al futuro, non il mio, che pure mi interessa, ma a quello della città. Sorrento dall’inizio dell’anno sembra caduta in una sorta di “maledizione” kantiana. Il “palazzo” sempre più distante dalla gente. Spero anzi, certo che Sorrento ne uscirà, chi oggi pensa di essere eterno si sveglierà dal sogno che sta vivendo, vivendo quotidianamente “per strada” ne ho sempre colto gli umori, le ansie, ma soprattutto le problematiche, cercando in umiltà di fare quanto possibile; in verità supportato da coloro che con me assolcevano a funzioni amministrative.

Comunque sono e sarò sempre convinto che se si “ama” la propria città la si può “servire” in tanti modi, non per forza da assessore o sindaco… Sarà sempre il tempo ad assolvere o “condannare” l’operato di ognuno.
All’inizio ho detto di non essere uomo di chiacchiere, mi accorgo che ora ne sto facendo troppe, quindi vengo al dunque di questo mio post. Nella mia esperienza politica, al di là del ruolo ricoperto, ho avuto sempre il pallino dello sport e del benessere dei ragazzi e non solo. Noi sappiamo che Sorrento soffre per la carenza storica di strutture sportive polivalenti pubbliche, cioè per tutti é gratis, no private e per chi può permettersele. Per cercare di coprire questo vuoto di spazzi, da tempo, con l’ausilio di validi collaboratori diretti dal Dott Giammarino, siamo riusciti a reperire risorse economiche, vincolandole a progetti di grande impatto anche sociale.

Mi riferisco, tra i tanti, alla riqualificazione dell’area “degli Spasiano“; al rifacimento del manto erboso del “Campo Italia“, in attesa di una più degna e consona ristrutturazione; alla palestra e altre strutture sportive per la “Scuola Angelina Lauro” e tanto altro ancora. Ho già “chiacchierato” troppo, chiunque vorrà, potrà essere messo a corrente di tutto e basterà chiedere, come ho sempre fatto con disponibilità e franchezza risponderò, semmai davanti ad un caffè. A corredo di questo post troverete alcune immagini che riproducono i rendering grafici di alcuni progetti che si stavano portando avanti. Voglio sperare, non per me ma per Sorrento, che l’amministrazione comunale trovi il tempo di fare diventare realtà ciò che lo stava per diventare. Come dicevo prima, i soldi ci sono, sono stati assegnati per queste opere, l’importante è che non vengano distratti, semmai per altre reali o presunte “esigenze superiori”. Grazie a quanti hanno avuto pazienza di leggere sino in fondo questo scritto. A presto!”