Sant’Agnello, fra un mese si presentano le liste: per ora è implosa l’opposizione!

Stampa

sagristani1SANT’AGNELLO – Manca un mese alla scadenza dei termini per la presentazione delle liste dei candidati a sindaco e al consiglio comunale per le elezioni amministrative in programma il 10 Giugno 2018. Se la ricandidatura del sindaco uscente Piergiorgio Sagristani è scontata ed è stata annunciata dal 2 gennaio in occasione della convention all’Hotel La Pace, chi saranno i concorrenti per la poltrona di primo cittadino resta ancora oggi un mistero. Anzi, insieme alle incognite sui possibili candidati sindaci si registrano indecisioni che la dicono lunga su come il fronte avversario al sindaco si è preparato a questo appuntamento.

movimento-logo-ufficiale-2018I primi a lasciar trapelare un’ipotesi di candidatura sono stati i 5 Stelle che, reduci dalla straordinaria affermazione elettorale conseguita omogeneamente in tutti i Comuni della Penisola Sorrentina, sono quasi obbligati a scendere in campo per raccogliere i frutti di un trend elettorale in crescita e piazzare un’altra bandierina sullo scacchiere elettorale dell’area napoletana e, nello specifico, costiera. Il primo nome a far capolino dal blindatissimo sistema grillino è stato quelllo del geologo Fabio Aponte, presto investito da critiche da parte di alcuni esponenti dello stesso Movimento per la sua esperienza in seno alla Commissione Paesaggistica del Comune di Sant’Agnello. L’iter di presentazione della lista è però più complessa per i 5Stelle che lavorano su tempi molto anticipati dovendo ottenere da Roma il nulla osta per la lista dopodichè si potrà presentarla formalmente alle scadenze previste. Il problema per i 5 Stelle non è tanto quello di individuare il candidato sindaco, piuttosto gli altri 12 nominativi da candidare per il totale previsto di aspiranti consiglieri: 8 vanno alla maggioranza (oltre al Sindaco) e 4 alle minoranze.

coppola-orlando

Antonino Coppola e Gian Michele Orlando

L’attesa maggiore riguarda però il gruppo dei tre uscenti: Gian Michele Orlando, Pietro Gnarra e Antonino Coppola dei quali si hanno notizie piuttosto confuse. Quella che sembra ormai assodata è la rinuncia di Gnarra a ricandidarsi per indisponibilità di tempo legato al lavoro in Ospedale. Per un momento Gnarra aveva lasciato trapelare l’ipotesi di un ripensamento, ma si trattava di un escamotage per incoraggiare l’eterno indeciso della politica santanellese, il dr. Antonino Coppola, a fare il grande passo e a sfidare Sagristani. Eventualità cui sembra abbia lavorato, ma senza successo, Orlando nel tentativo di allestire una lista competitiva che si avvalesse anche di quelle forze anti-Sagristani che, negli ultimi tempi, hanno alimentato forti polemiche e attaccatto frontalmente il sindaco uscente.

Lucia Gargiulo

Lucia Gargiulo

Ma la novità più scottante di cui si parla senza averne conferme riguarda però la frattura consumatasi tra Orlando-Coppola e Lucia Gargiulo segretaria del PD di cui si parlava anche come di una possibile candidata-sindaca di questo fronte. Da alcuni giorni si continuano a ipotizzare scenari che vorrebbero la Gargiulo candidata nella lista del sindaco Sagristani, circostanza che la diretta interessata però non ha confermato ma neanche ha smentito. Una cosa è certa: la Gargiulo aveva da tempo annunciato che il PD e lei stessa sarebbero state parte attive di questa competizione elettorale. Che cosa sia realmente accaduto e per quale ragione si sia infranta l’alleanza tra la Gargiulo e i Liberi&Uguali non è ancora chiaro, per cui non resta che attendere, se ci saranno, gli annunci ufficiali dei diretti interessati. Una cosa è certa: oltre alle persone chi si candida per diventare sindaco deve avere e presentare un progetto per la città senza il quale la migliore candidatura rischia di risultare evanescente! (Red. PinP)