A Sant’Agnello Piergiorgio Sagristani presenta il progetto della nuova Scuola Media

Stampa
sagristani-e-accardi2

Sindaco Sagristani e vice sindaco Accardi

Sant’Agnello avrà la nuova scuola media di cui, entro fine anno, potrebbe addirittura essere pubblicato il bando di gara europeo trattandosi di un’opera pubblica del costo di 8 mln di euro. L’annuncio l’ha dato il Sindaco Piergiorgio Sagristani in una conferenza stampa appositamente indetta per illustrare il progetto, spiegare le fonti di finanziamento e tutto quello che è connesso alla realizzazione dell’opera, cioè il reimpiego dei locali di proprietà comunale che attualmente ospitano la scuola media.

Arc. Vittoria Mastellone

Arc. Vittoria Mastellone

C’erano quasi tutti gli amministratori uscenti all’incontro svoltosi in sala consiliare nella quale è stato esposto il progetto redatto dall’arch. Vittoria Mastellone in collaborazione con l’UTC e l’ing. Salvatore Pane. In apertura il Sindaco ha fatto una sintetica carrellata dei risultati conseguiti durante il suo mandato evidenziando, con una battuta, che avrebbe dovuto “…fare molte conferenze stampa per spiegare tutto quello che ha fatto da sindaco in questi anni…perchè amministrare significa, come ci ricorda De Gasperi, realizzare“.

scuola-media-2Due terzi del finanziamento, pari a 5 mln di euro, sono stati erogati dal MIUR con decreto pubblicato il 20 febbraio sulla Gazzetta Ufficiale, evidenzia Sagristani: “…Disponiamo inoltre di 1 mln di residuo della legge 219 post-terremoto a suo tempo impegnato e altri 2 mln di euro contiamo di ricavarli dalle dismissioni immobiliari per cui auspico che entro l’anno si possa bandire la gara“. Non sta nella pelle Maria Pagano, dirigente scolastica, che vede materializzarsi sotto gli occhi una scuola d’eccellenza pronta ad accogliere il bacino di un’utenza scolastica “…di livello peninsulare perchè vengono a iscriversi alla Gemelli da tutti i Comuni della Penisola – evidenzia la Dirigente – secondo una tradizione che ha visto la nostra scuola essere un punto di riferimento oltre i confini comunali“. Il complesso progettato oltre a 18 aule didattiche, 6 aule speciali, 1 aula magna prevede la bilbioteca e le aule per docenti e personale tecnico, una palestra completa, un’area attrezzata all’aperto per basket, pallavolo, pallamano, tennis e pista per i 100 metri.

sagristani1Il nostro obiettivo è quello di realizzare per i nostri giovani, per il loro benessere e per la loro crescita e socializzazione – sottolinea Sagristanie gli spazi che sio renderanno disponibili nell’attuale scuola saranno destinati ad attività commerciali e a centri di aggregazione per i giovani di Sant’Agnello, così come l’edificio di Via Diaz ospiterà sia appartamenti per cittadini bisognosi di S.Agnello sia locali commerciali e per le attività sociali. Insomma vivibilità al primo posto e città a dimensione delle persone, a partire dai giovani“. Una Commissione valuterà le proposte che perverranno a seguito della pubblicazione del bando e queste potranno anche essere migliorative dell’idea progettuale originale. “Quando si parla di opere pubbliche bisogna sempre fare i conti con la tempistica generale, ma confido di veder realizzata l’opera nel corso del prossimo mandato amministrativo.

Teniamo presente che non spendiamo risorse dei nostri Concittadini anche per realizzare quest’opera a conferma che si lavora per ottimizzare la spesa“. All’indomani delle ormai imminenti elezioni amministrative il Sindaco anticipa che farà un annuncio importante che riguarda un’iniziativa nuova che impegnerà l’Amministrazione. Non anticipa nulla, tranne che per i prossimi due mesi si contiuerà a lavorare nel mentre si svolgerà la campagna elettorale per la quale, al momento, resta ancora il solo candidato in campo con una marea di aspiranti candidati pronti a sostenerlo nella sfida per il quarto mandato da primo cittadino: “...Dopodichè – conclude – mi ritirerò dalla politica e mi compiacerò di accomodarmi su una panchina in Piazza per vedere come chi ha la responsabilità di amministrare saprà risolvere i problemi della Città“. (Red. PinP)